Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

Pic-nic tra filari e giardini pensili, la ripartenza green di Feudi di San Gregorio

Fino a settembre un programma di degustazioni all'aperto tra roseti in fiore, giardini pensili di erbe aromatiche, un anfiteatro, o tavoli all’aperto

La ripartenza, quella vera, deve essere green. Ne è convinto Antonio Capaldo, l'imprenditore irpino che guida l'azienda vitivinicola leader nel Mezzogiorno d'Italia. 

Ed è nel verde delle sue distese agricole, tra filari e giardinippensili, dove rispettare le distanze non è certo un problema, che nasce la nuova esperienza enoturistica firmata Feudi.

Un segnale concreto che inizia da questo weekend in occasione di “Cantine Aperte” e coinvolge tutte le cantine del gruppo Capaldo. La griffe campana Feudi di San Gregorio guida nella proposta le aziende in Friuli Venezia Giulia (Sirch), a Bolgheri (Campo alle Comete), sull’Etna (Federico Graziani), in Basilicata (Basilisco) ed in Puglia (Ognissole). Ogni weekend da adesso fino a settembre sarà un rinnovarsi di giornate all'aria aperta tra la natura incontaminata e il gusto sublime di nettari e food. 

L’AZIENDA ha infatti pensato ad un format inedito che mette a disposizione i suoi spazi più belli dove poter consumare diverse tipologie di picnic acquistabili in loco e da godere in quattro angoli a scelta: il roseto in fiore, i giardini pensili di erbe aromatiche, l’anfiteatro oppure i tavoli all’aperto. Tutto questo non solo nei giorni di “Cantine Aperte”, ma fino a settembre. 

«Mai come adesso si sente l’esigenza di vivere una giornata a contatto con la natura, ecco perché Feudi di San Gregorio ha deciso di lanciare un nuovo format che mette a disposizione i suoi spazi più belli dove poter consumare diverse tipologie di Pic-Nic acquistabili in loco», si legge nella nota di Antonio Capaldo che spiega:

«Sono quattro gli angoli tra cui scegliere per vivere l’esperienza del pic-nic dal 31 maggio fino a settembre: il meraviglioso roseto in fiore, i giardini pensili di erbe aromatiche, lo splendido anfiteatro oppure i comodi tavoli all’aperto».

La proposta Gourmet 

Si parte con il Pic-Nic Aperitivo composto da una preziosa forma di formaggio Carmasciando -azienda casearia del nord dell’Irpinia- il tarallo di Marennà e un vino a scelta dall’ampia cantina.

Per chi invece volesse un’esperienza a firma Marennà, è perfetto il Pic-Nic Pranzo in Giardino con mandorle e nocciole salate da stuzzicare, salumi e formaggi, panino gourmet al latte e olio con straccetti di maialino, cipolla e lamponi in agrodolce. E ancora, insalatina di faraona e salsa tonnata con giardiniera di verdure, tortino morbido di carote con cremoso al cioccolato al latte ed arancio e, naturalmente, due calici per il brindisi.

Per i tradizionalisti, invece, il Pic-Nic Classico con panierino in vimini e tutto il necessario: vino, calici, una piccola forma di formaggio, patè di broccoletti selezione Marennà con crostini, babà rustico dello Chef, taralli napoletani, mandorle e nocciole salate da sgranocchiare.

Per gli amanti del design, il Pic-Nic Deluxe: un cesto in cuoio e cordoncino progettato per Feudi di San Gregorio (che resta agli ospiti) con al suo interno una bottiglia di Taurasi docg o di Campanaro Irpinia doc, due calici infrangibili, un cavatappi e una selezione di tre varietà di formaggi Carmasciando. Inoltre, un tagliere in legno, un coltello per formaggi e un sacchetto con frutta secca, per replicare il pic-nic ogni volta che si desidera farlo.

A queste proposte si affianca, poi, quella dedicata ai bambini contenente un succulento panino con cotoletta e patate al forno, e un succo di frutta. Per i più esigenti, Marennà ha riaperto con 3 formule di degustazione predisposte dallo Chef Roberto Allocca, per deliziare gli ospiti nel rinnovato locale al primo piano della Cantina. Infine sarà possibile visitare l’Enoteca interna alla cantina, che ha riaperto da poco i battenti, con tante novità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perturbazione nevosa in Irpinia: ecco tutti i comuni che scelgono di chiudere le scuole

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

  • Covid, nuovo studio rivela: "In Campania individuata la variante spagnola"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento