rotate-mobile
Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia Grottaminarda

Da N'Ata Luna a cena con il produttore, Vazza: "Cibo e vino si incontrano per raccontare l'Irpinia"

Il ciclo di appuntamenti avrà inizio il 26 aprile con la cantina Case D'Alto

L'Irpinia al centro è lo slogan dello chef Vincenzo Vazza che a Grottaminarda ha portato il suo "bagaglio" di esperienza e passione per la terra in cui è nato e cresciuto.

Vazza, dopo la lunga esperienza al Vecchio Mulino di Castelfranci, ha scelto il "N'ata Luna" come suo quartier generale per diffondere la cultura della biodiversità irpina.

Un bistrot moderno ideale per vivere piacevoli momenti conviviali grazie ad una proposta gastronomica creativa e stagionale basata su prodotti locali e di alta qualità. Ottimi piatti preparati con tecnica, perfetti in abbinamento alle straordinarie denominazioni della provincia avellinese di cui la carta dei vini è ricca.

Proprio per promuovere il giusto macht tra food & wine, lo chef ha ideato una rassegna dal titolo "A cena con il produttore". 

"Ho pensato ad una serie di serate conviviali in cui cibo e vino si incontrano per rafforzare il senso di appartenenza alla storia e alla cultura locale - esordisce Vazza - Tre cene espressione di buon gusto che spero possano arricchire le conoscenze degli appassionati, attraverso la voce dei viticoltori irpini che promuovono qualità e territorio".

Il ciclo di appuntamenti avrà inizio il 26 aprile con la cantina Case D'Alto. Le meraviglie enoiche di Claudio De Luca saranno protagoniste di un menù degustazione pensato per evocare racconti, mani di terra, storie, profumi e sorprese. 

"Lo start è previsto venerdì con Case D'Alto, un'azienda agricola che sorge sulle dolci colline dell’Irpinia e che adopera metodi biologici con un basso impatto ambientale dai quali nascono fantastici vini e olii extravergine vergine d'oliva. Di recente è stata anche insignita del premio Wine Without Walls, la sezione di 5StarWines dedicata ai vini biologici e/o biodinamici - chiosa Vazza - Seguiranno poi gli incontri con Roberto Di Meo, enologo e titolare della prestigiosa e omonima cantina situata a Salza Irpina e infine, a giugno, saremo a cena con Cantina Antonio Molettieri di Castelfranci".

  Sarà un percorso interessante per tutti gli amanti del buon gusto e del buon vivere, sicuramente un'occasione divertente per conoscere da vicino il lavoro dei vigneron e assaggiare i loro vini, insieme ad un menu pensato per valorizzare etichette Doc e Docg nel nome di una terra come l'Irpinia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da N'Ata Luna a cena con il produttore, Vazza: "Cibo e vino si incontrano per raccontare l'Irpinia"

AvellinoToday è in caricamento