menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alla conquista degli Usa: Giovanni Grimaldi ai campionati mondiali Pizza Expo

Giovanni è il titolare della pizzeria al Drago di Grottaminarda rinomata per una pizza verace e autenticamente napoletana

La valigia è pronta. Giovanni Grimaldi si prepara a partire per  l’International Pizza Expo di Las Vegas.
Un evento imperdibile che ogni anno coinvolge operatori del settore e professionisti della pizza per una full immersion declinata in convegni, dibattiti, novità del settore, workshop, dimostrazioni e le tanto attese competizioni sulle diverse categorie di gara.
Quattro giorni per mostrare al mondo che la pizza è ancora una questione italiana, o meglio campana direbbe Giovanni che la prossima settima sarà in gara nella categoria pizza napoletana.
“La rassegna è suddivisa in cinque categorie di preparazione: tradizionale, non tradizionale, pan, pizza napoletana e romana – spiega Giovanni – Saremo chiamati a preparare una pizza sul posto che sarà giudicata da una giuria di esperti nel corso della manifestazione”.
Giovanni Grimaldi è cresciuto a Rione Sanità e nonostante sia trapiantato a Grottaminarda da svariati anni non dimentica le sue radici e la tradizione di un quartiere che la pizza l'ha vista nascere e crescere in tutte le sue evoluzioni. Per questo nella sua pizzeria Al Drago propone una tonda autenticamente napoletana, impasto con farina 00 e giusta lievitazione, una pizza ben idratata dal gusto intenso e aromatico, elastica, sottile e dal cornicione dorato.
“Sono orgoglioso di rappresentare la mia terra nei campionati mondiali e sono felice di competere nella categoria napoletana perché nel mio locale perseguo questa filosofia, le altre sono mode, mode autorevoli, ma pur sempre passeggere. A Grottaminarda ho portato la pizza che puoi mangiare da Michele, per me la pizza napoletana è patrimonio dell'umanità  ed è per sempre”.
A Las Vegas Giovanni Grimaldi non sarà espressione solo della città del sole, ma anche della sua nuova casa: Grottaminarda. È qui che sta crescendo il suo progetto ristorativo (presto aprirà un nuovo ristorante) ed è qui che ha dato vita ad un bel gemellaggio alimentare tra Napoli e l'Irpinia pescando tra i prodotti must della nostra regione.

“Purtroppo a Las Vegas non potrò avvalermi dei miei ingredienti, se non delle farine Polselli, ma ad una cosa non posso rinunciare l'olio extra vergine irpino di Case d'Alto. Per il resto farò la mia pizza, con le mie mani, come ho sempre fatto da quando sono bambino”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento