Sapore d'Irpinia

Opinioni

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia

L'irpino Moriano è il 'Miglior tecnico en vino 2020': "Vince l'enologia che cambia"

L'enologo irpino vince la competizione IWC Wine Challenge Awards

 È Francesco Moriano il Miglior Tecnico en Vino 2020. A decretarlo la competizione internazionale IWC Wine Challenge Awards che si tiene ogni anno in Spagna e che vede sfidarsi enologi ed etichette tra le più prestigiose al mondo. 

Moriano enologo di Montefredane ha conquistato la giuria con una dellle punte di diamante della sua produzione: il Chianti Colli Senesi 2018 "ANIMA’’, anteprima di una nuova selezione da Sangiovese grosso dell’azienda Castelli d'Orcia. Una vittoria che ha un sapore ancora più dolce per come è stata ottenuta e meditata. Basti guardare agli sfidanti dell'enologo irpino, grandi professionisti del calibro di Raùl Perez, Marco Adamo, Ivan Biasi e Carlos Cohen. Tra loro erano pochissimi i punti di distacco nel corso delle degustazioni alla cieca, ma Moriano, complice la sua determinazione nel portare in gara un nettare frutto di una sperimentazione singolare e all'avanguardia, ha avuto la meglio vincendo una scommessa ambiziosa e visionaria.

"Sono onorato di ricevere questo premio che per me rappresenta la conferma di aver intrapreso la strada giusta. Credo fermamente che la figura del tecnico del vino oltre a ‘fare’ il vino debba essere una figura chiave, insieme a tutto il suo team, nelle attività di gestione aziendale, dal vigneto alla cantina fino alla comunicazione e alla gestione dei costi di produzione. Bisogna avere una visione ampia, andare oltre , osare. Il riconoscimento oggi lo abbiamo conquistato con un vino prodotto proprio da una vinificazione integrale con particolare legni di una tonnellerie francese, pochi hanno scommesso con una vinificazione del genere sul Sangiovese e pochi di essi rendono tanto dopo soli 2 anni. Abbiamo iniziato un nuovo progetto , ci abbiamo visto lungo e abbiamo conquistato il titolo, semplice ‘’. 

Le idee di Moriano sono la naturale conseguenza di ingegno, creatività, estro, ma anche il risultato di una cultura che si è alimentata al fianco di grandi nomi dell'enologia partendo proprio dalla sua Montefredane. 

"Questo riconoscimento è frutto del lavoro svolto in questi anni, devo ringraziare il professore Raffaele Troisi, anima irpina, grande guida per me. Durante le serate da Vadiaperti ho avuto modo di approfondire l’enologia, ci siamo confrontati ed oggi siamo qui a fare vino buono ; Claudio Guerriero anima del Taurasi , i 3 anni alla Vitivinicola Guerriero hanno fatto di me una identità precisa , mirata, coraggiosa che ha contribuito a forgiarne la professionalità".

L'auspicio di Moriano è che questa vittoria sia il simbolo di una rinascita dove anche i più giovani hanno la possibilità di esprimersi con intelligenza. 

" Spero che questo sia l’inizio concreto di una svolta, di un senso al fare vino che oggi ancora manca per una percentuale importante . Oggi non ho vinto io, non ha vinto l’azienda, non ha vinto il vino ‘’ANIMA’’ , oggi ha vinto l’enologia che cambia, l’enologia dinamica, l’enologia che non ha limiti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'irpino Moriano è il 'Miglior tecnico en vino 2020': "Vince l'enologia che cambia"

AvellinoToday è in caricamento