menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Focaccia fatta in casa: la ricetta del fornaio Guglielmo Capaldo

I consigli dell'Antico Forno Capaldo per realizzare una focaccia dal morso croccante

Tutti dobbiamo fare i conti con la quarantena. L’emergenza sanitaria del Coronavirus ci impone di rimanere a casa. Sono tante le cose da fare per impiegare il nostro tempo: bricolage, lettura, film, ginnastica e ovviamente i fornelli. 

La cucina resta sempre il modo più divertente per divertirsi. L'isolamento ha fatto scoprire a molti l'amore per le mani in pasta. Pane, pizza, pasta fatta in casa e dolci sembrano essere i protagonisti delle cucine italiane in queste settimane, sia per trascorrere il tempo, sia per diminuire gli spostamenti.

Ce lo conferma il fornaio Guglielmo Capaldo che pur restando operativo con il suo punto vendita Antico Forno Capaldo, ad Atripalda registra un netto calo delle vendite.

"Giustamente le persone hanno paura e preferiscono fare la spesa al supermercato per reperire tutto quello di cui hanno bisogno. Con il panificio resto aperto perché il pane è un bene di prima necessità, ma sono il primo a dire alle persone restate a casa. Ridurre gli spostamenti è l'unica soluzione per tornare alla normalità il prima possibile".

Guglielmo è un punto di riferimento ad Atripalda, il suo pane è rinomato per la qualità delle materie prime e l'attenzione per la lievitazione. In particolare è apprezzatissima la schiacciata ripiena di mortadella.

Una golosa focaccia dal morso croccante che seguendo i suoi consigli potete ripetere facilmente nella versione casalinga.

Ingredienti 

900gr di farina 0

100 gr di farina integrale 

750 gr di acqua 

10 gr di lievito di birra 

10 gr di zucchero o miele 

20 gr di sale 

30 gr di olio extravergine 

Procedimento 

Sciogliere il lievito e lo zucchero in 600gr di acqua ed iniziare ad impastare. Quando l' impasto inizia a prendere corpo aggiungere un altro po’ d acqua. Aggiungere il sale e continuare ad impastare. Incorporare l'olio e la restante parte di acqua. Una volta che l'impasto risulterà liscio, metterlo in una ciotola e coprirlo con pellicola. Lasciarlo riposare per un'ora a temperatura ambiente. Dividere l'impasto in pagnotte da 800 gr e lasciarle lievitare per 4/5 ore a temperatura ambiente. 

Stendere in una teglia ben unta, aggiungere un fo d'olio e cuocere a forno statico per 250 gradi in forno statico per 10, 15 minuti.

Togliere dal forno, lasciare raffreddare, aprire a meta, farcire con la mortadella e rimettere in forno per 5 minuti a 200 gradi.

Consigli

Chi ha difficoltà a far assorbire l'acqua nel corso dell'impasto, lasciar riposare il panetto per 10 minuti e poi continuare ad impastare fino a quando l'impasto non diventa liscio e omogeneo.

Si può impastare anche per un'ora a intervalli di 10 minuti.

Chi non ha la farina integrale può usare anche quella bianca.

Lo stesso impasto può essere usato anche per la Marinara e la Margherita. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento