rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Alimentazione

È tempo di castagne: proprietà e benefici del simbolo dell'autunno

Un tempo definito "il pane dei poveri", questo frutto possiede un buon quantitativo di fibre, vitamine del gruppo B e minerali che lo rendono un alimento prezioso

Da Nord a Sud, nella stagione autunnale, la castagna è la regina delle nostre tavole. Su tutto il territorio italiano, a partire dai primi giorni di ottobre, si celebra il frutto dell'albero selvatico castanea sativa attraverso l'organizzazione di eventi che attraggono un grande flusso di turisti alla scoperta di piatti della tradizione locale in cui la castagna è l'ingrediente principale, accompagnata da altri prodotti tipici di questo periodo dell'anno quali il tartufo e i funghi porcini.

Ne sono un esempio le sagre che si svolgono in Irpinia dove il frutto autunnale per eccellenza ha ottenuto perfino il marchio IGP: da Serino a Cassano Irpino, da Montella a Summonte, ogni weekend stand enogastronomici, rappresentazioni musicali e visite guidate fanno da attrattori turistici portando nei borghi migliaia di persone curiose di degustare piatti a base di castagne. Non solo gusto e turismo. Questo frutto sano e nutriente, che pesa mediamente tra i 14 e i 15 grammi, possiede proprietà che apportano tanti benefici a chi li mangia. Scopriamo quali e come possono essere gustate.

Proprietà e benefici 

Ricche di amidi e carboidrati complessi, le castagne hanno un buon quantitativo di fibre, vitamine del gruppo B e minerali come ferro, potassio, calcio, fosforo e magnesio. Tutte proprietà che le rendono un alimento nutriente, saziante e rinvigorente, utile soprattutto a chi pratica attività sportive e ha un elevato introito energetico. Inoltre, non contengono glutine e, quindi, possono essere mangiate anche da coloro che sono affetti da celiachia.

Le castagne fanno ingrassare?

A volte ci priviamo della dolcezza delle castagne per il loro alto contenuto di carboidrati e, dunque, per il timore che facciano ingrassare. Partendo dal presupposto che nessun alimento fa salire l'ago della bilancia se assunto con moderazione così come non esistono cibi miracolosi che favoriscono la perdita di peso, possiamo accontentare il nostro palato adottando una piccola strategia: in un pasto, siccome le castagne hanno un valore nutritivo simile ai cereali, sarebbe opportuno consumarle in sostituzione di pane, pasta, riso o altre fonti di carboidrati. Le castagne possono essere anche una valida alternativa per spuntini e merende, anche per i più piccoli e soprattutto per le donne in gravidanza perchè fonte di folati e vitamine del gruppo B.

Usi in cucina

Le castagne si possono cuocere in diversi modi. Le caldarroste, quelle che troviamo più comunemente alle sagre, si preparano cuocendole direttamente sul fuoco all’interno di un’apposita padella bucherellata. Possiamo optare anche per la cottura al forno, in teglia a 200°C per circa 30 minuti, avvolte da un canovaccio umido; possiamo cuocerle a vapore o nell'acqua bollente.

Le castagne sono famose anche per la loro versatilità in cucina, tanto da essere l'ingrediente principe di numerose ricette sia tradizionali sia innovative. Vengono utilizzate, infatti, per la preparazione di piatti salati, dall'antipasto al secondo, e per la realizzazione di dolci e liquori. In Irpinia, è tipica la zuppa di castagne con fagioli e porcini, un piatto rustico di origini antiche che conquista al primo assaggio. Tra i dolci, invece, ritroviamo il classico tronchetto di castagne e i tradizionali panzerotti nonché proposte nuove come cannoli, crostate e cheesecake.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È tempo di castagne: proprietà e benefici del simbolo dell'autunno

AvellinoToday è in caricamento