menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, rischio nuova chiusura delle scuole in Campania

Possibile nuova ordinanza del Governatore De Luca per la sospensione delle attività scolastiche

Per la Campania sarebbe pronta una nuova stretta. Le foto degli assembramenti in strada e nelle piazze da parte di giovani e meno giovani durante lo scorso weekend non sono passate inosservate al presidente De Luca che avrebbe chiesto all’Unità di Crisi di intervenire disponendo nuove regole. Il tutto dipende anche dall’analisi della curva dei contagi che dovrebbe avvenire nelle prossime ore. Il governatore campano teme che i contagi possano aumentare, rendendo inutili le misure preventive adottate finora, così come possa raggiungere un livello più alto l'indice Rt portando la regione nuovamente in zona arancione.

Scuola ad Avellino e provincia

Nella provincia di Avellino, lunedì 1 febbraio circa 3mila studenti su 15mila delle scuole superiori sono tornati sui banchi di scuola al 50% della presenza. Mentre ad Avellino, il sindaco Gianluca Festa ha deciso di slittare la riapertura degli istituti scolastici al prossimo 8 febbraio a scopo cautelativo in quanto la maggioranza della popolazione scolastica del capoluogo irpino proviene da comuni irpini in cui spesso non sono stati effettuati gli screening sanitari e si sono registrati casi in aumento: "La popolazione che frequenta le scuole secondarie di secondo grado è composta da un 70% di studenti che provengono dagli altri comuni. Io non so che cosa accade negli altri comuni ed è per questo che, in attesa che venga effettuato uno screening sul personale docente, sul personale Ata e sugli studenti, non posso mettere a rischio il grande lavoro che ha fatto la mia comunità. Con grande sacrificio, affrontando anche tante privazioni, ci siamo comportati bene in questi mesi. Ho raccolto dubbi e perplessità che comprendo, ma anche i genitori hanno compreso le mie motivazioni. Dobbiamo fare i conti con la realtà che stiamo vivendo. Fino a quando non avrò la certezza che le superiori ritorneranno in aula in sicurezza, io non le aprirò". Così ha motivato la decisione presa il sindaco Festa lo scorso 1 febbraio.

Per quanto riguarda le scuole medie ed elementari, sia ad Avellino sia nei territori provinciali ci sono stati casi di positività che hanno costretto i dirigenti scolastici ad adottare le misure necessarie imposte dall'Asl per arginare il dilagarsi del virus, l'isolamento e la sanificazione delle classi. Ad Avellino, il 31 gennaio scorso si è registrato un caso di positività in una classe della scuola Regina Margherita, guidata da Fiorella Pagliuca. Come da procedura, nelle classi e ambienti del Palazzotto, avevano luogo le consuete attività di sanificazione previste dal protocollo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento