rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sapore d'Irpinia

Opinioni

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia

Ricette della tradizione: gli scaldatelli

Taralli bolliti dal gusto intramontabile: 'uno tira l'altro'

Gli scaldatelli sono taralli di colore dorato, lucido, croccante, con aroma fragrante, misto tra olio e vino e che rilasciano, durante la masticazione, un retrogusto piacevole di finocchio. Chiamati anche “taralli scaldati, o bolliti” sono dei prodotti tipici dell’antica tradizione gastronomica irpina. Complice la vocazione cerealicola al confine tra la Puglia e l'Irpinia d'oriente questo stuzzicante tarallo resta uno di quei prodotti intramontabile realizzati con orgoglio in tutti i panifici della provincia avellinese, ma anche nelle case dove le massaie preservano le buone abitudini di famiglia.

Vediamo insieme la ricetta 

Ingredienti per una quarantina di pezzi

  • 1 Kg di farina 0
  • 200 g di olio extravergine
  • 150 g di acqua
  • 150 g di vino bianco secco
  • 5 g di lievito di birra fresco
  • 20 g di sale (da miscelare alla farina prima di impastare)
  • semi di finocchietto a piacere

Procedimento 

  • Impastiamo gli ingredienti a mano, o in planetaria e fare riposare una mezz'ora. 
  • Dividere la pasta a tocchi e prima di dare la forma agli scaldatelli tirarla per 4/5 volte con il mattarello ripiegandola su se stessa più volte, come se la si volesse sfogliare. 
  • Preparare le forme classiche degli scaldatelli come in foto. 

Scaldatelli-3

  • In una pentola fare bollire l'acqua e immergere gli scaldatelli 4/5 per volta. 
  • Appena salgono a galla mettere in uno scolapasta e poi su una tovaglia di cotone ad asciugare.
  • Fateli asciugare tutta la notte, girandoli una o due volte e infornare al mattino a 200/210° forno statico o 180° ventilato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricette della tradizione: gli scaldatelli

AvellinoToday è in caricamento