Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità

Nel Parco del Partenio la scuola estiva dell'OUT: "Un percorso formativo per favorire il turismo sostenibile"

Per la terza edizione gli studenti abbandonano le aule universitarie alla scoperta di aree naturali protette per formulare idee progettuali

La scuola estiva (ScOUT) organizzata dall’Osservatorio Universitario sul Turismo (OUT) dell’Università Federico II di Napoli giunge quest'anno nel Parco Regionale del Partenio per una terza edizione rinnovata che si concentrerà sul turismo nelle aree naturali protette.

A differenza delle precedenti edizioni, infatti, questa volta la "summer school" partenopea abbandona le consuete aule universitarie per scoprire i territori dei parchi. Una scelta, questa, che parte dalla consapevolezza dell'importanza di una relazione tra sviluppo turistico e salvaguardia e valorizzazione delle aree naturali protette per la ripresa del turismo dopo la crisi pandemica.

Presentazione della scuola estiva dell'OUT nel Parco Regionale del Partenio

Confronti tra esperti, studiosi, amministratori ed operatori locali nel settore turistico-agroalimentare e in quello culturale e di animazione e proposte per lo sviluppo turistico sostenibile del territorio, la tutela della sua biodiversità, il potenziamento del capitale sociale del Parco del Partenio saranno oggetto delle scuola estiva che avrà luogo in Irpinia dal prossimo 28 giugno fino al 2 luglio per poi spostarsi in un altro sito naturale campano, il Parco Nazionale del Vesuvio.

Rapporto tra turismo e biodiversità

"Come sempre, cerchiamo di promuovere il territorio che è uno scrigno di biodiversità - afferma il presidente del Parco regionale del Partenio, Franco Iovino, alla presentazione di questa mattina presso l'Istituto Agrario “De Sanctis” di Avellino - la scuola estiva ha lo scopo di promuovere quei progetti che possono monitorare il rapporto tra turismo e biodiversità e vedrà impegnati alcuni studenti dell'università e alcuni alunni dell'avellinese. La collaborazione con la 'Federico II' è importantissima e ringrazio che abbiano preso a cuore il territorio dopo averlo visitato ed essersi confrontati con noi. Abbiamo trovato grande disponibilità e professionalità" aggiunge.

Gli obiettivi della scuola estiva per un turismo sostenibile

"Durante i giorni della summer school ci saranno sul territorio molti studenti della 'Federico II' e delle scuole superiori del Parco che apprenderanno gli strumenti per studiare il territorio e progettare turismo e sviluppo tenendo conto dei caratteri, dei vincoli e delle risorse del territorio - spiega Anna Maria Zaccaria dell’Università Federico II di Napoli -  l'altro obiettivo è l'interazione con esso. Gli studenti faranno dei percorsi tra i paesaggi del Parco e parleranno con gli amministratori ed i principali stakeholders per alimentare possibili reti di collaborazione sullo sviluppo turistico, che deve essere anche tutela e salvaguardia dell'ecosistema. E' una coniugazione non semplice perchè il Parco è esteso, offre molto, ha delle criticità che riguardano soprattutto l'uso del territorio. La scuola vuole formare degli studiosi che siano in grado di dare idee che portino a forme di turismo sostenibile e ad una ricaduta economica nei territori che vivono anche un problema di spopolamento" conclude.

"C'è bisogno di attivare grandi sinergie, unire tutte le forze, in primis l'università senza mai prescindere dalle comunità locali - così commenta l'iniziativa l’assessore regionale alla Formazione, Armida Filippelli - uno sviluppo sostenibile partecipato con l'appoggio delle istituzioni e, quindi, della Regione Campania. Il patrimonio naturale va protetto e occorre curare un turismo che porti un vero sviluppo senza deteriorare il territorio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Parco del Partenio la scuola estiva dell'OUT: "Un percorso formativo per favorire il turismo sostenibile"
AvellinoToday è in caricamento