rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Attualità

Giornata della Memoria, Festa agli studenti: “Discrimazioni, persecuzioni e violenze non devono far parte della nostra esistenza”

Il Comune e l’Associazione Culturale Italo - Tedesca, hanno accolto questa mattina oltre 1000 spettatori, tra studenti e professori da tutta la Campania

"Giornate come questa ci impongono di essere migliori di chi ci ha preceduto. Ed essere migliori significa non ripetere gli errori e gli orrori del passato". Queste le parole del sindaco di Avellino, Gianluca Festa, a centinaia di studenti presenti al teatro "Gesualdo", in occasione dello spettacolo "Wolfszeit - Il tempo dei lupi" di Swewa Schneider e Gianluigi Gherzi per non dimenticare l’orrore dell’Olocausto.

Per la Giornata della Memoria, il Comune di Avellino e l’Associazione Culturale Italo - Tedesca, hanno accolto questa mattina oltre 1000 spettatori, tra studenti e professori accompagnatori, provenienti da tutta la Campania per celebrare la liberazione, da parte dell’Armata Rossa, del campo di concentramento di Auschwitz in Polonia. 

"Oggi è il giorno in cui il mondo conobbe la tragedia di Auschwitz - ha dichiarato il sindaco -. Oggi noi ricordiamo i milioni di morti dell’Olocausto, una delle la pagine più nere della nostra storia. Oggi, più che mai, dobbiamo impegnarci affinché tutto questo orrore non si ripeta mai più".

"Discrimazioni, vessazioni, soprusi, persecuzioni e violenze non devono far più parte della nostra esistenza e della nostra quotidianità. Lo dobbiamo a tutti quelli che allora persero la vita e a voi ragazzi che avete il dovere di coltivare il valore della memoria", ha concluso Festa dal palco del Gesualdo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata della Memoria, Festa agli studenti: “Discrimazioni, persecuzioni e violenze non devono far parte della nostra esistenza”

AvellinoToday è in caricamento