rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Calcio

Avellino-Roma Primavera 0-1, Taurino: "Bene i primi 70 minuti, la difficoltà di segnare non mi preoccupa"

Le parole del tecnico biancoverde al termine del test di oggi: "Ci è mancata la cattiveria, abbiamo concesso poco. Alcune cose vanno registrate, fatte con maggior velocità e assimilate prima"

Al termine del test di oggi Avellino-Roma Primavera, terminato con il punteggio di 0-1 in favore dei giallorossi, mister Roberto Taurino ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Abbiamo fatto 70 minuti abbastanza bene, siamo stati propositivi e abbiamo creato diverse situazioni. Ci è mancata un po' di lucidità e di cattiveria per fare gol. Ma abbiamo fatto delle buone cose, anche difensivamente. Nel primo tempo, abbiamo concesso soltanto una palla e un tiro da fuori; ma anche nel secondo tempo non abbiamo rischiato grosse situazione. È normale, il gol era evitabilissimo e ci deve far rabbia. È vero che quando si cerca una determinata proposta bisogna anche accettare e mettere in preventivo qualche errore. Ma stiamo lavorando soltanto da 20 giorni. La responsabilità dell'errore me la prendo io, perché dico di giocare da dietro, ma non è che per un gol possiamo mettere in discussione tutto. Sicuramente, in quella situazione si poteva essere un po' più lucidi e pratici".

"Abbiamo avuto giocatori con problemi di virus gastrointestinale, mi sarei preoccupato se non avessimo creato occasioni"

La prestazione di oggi, secondo il mister, non è tutta da buttare: "Sono comunque contento, ho visto delle belle cose, qualche giocatore che si è sacrificato. Abbiamo avuto giocatori con problemi di virus gastrointestinale, Tito e Di Gaudio non ce l'hanno fatta e sono rimasti in albergo, Bernardotto anche non è stato bene, ha avuto crampi alla pancia. Peccato, perché ha avuto delle buone occasioni. Adesso fa ancora fatica a trovare la giusta condizione, in una fase dove i carichi di lavoro sono elevati e la sua struttura fisica è meno brillante. Ma sono contento per come ha lavorato per la squadra".

Sulla difficoltà di andare a segno: "Mi sarei preoccupato se non avessimo creato occasioni. Oggi le abbiamo create. Magari non siamo stati bravi e lucidi nel concretizzarle in gol, ma sono convinto che se si creano 5-6 occasioni, il gol viene. Dopo i primi 10 minuti, in cui non abbiamo letto una situazione, nonostante l'avessimo provata, non abbiamo sofferto più di tanto. Secondo me, in mezzo hanno fatto molto bene sia Jacopo, sia Daniele (Dall'Oglio e Franco, ndr). Abbiamo trovato anche delle buone linee di passaggio, abbiamo aperto il gioco quando si doveva aprire. È normale che alcune cose vanno registrate, alcuni movimenti fatti con maggior velocità e assimilati prima. Dobbiamo tendere a essere perfetti in alcune scalate. Non mi è sembrata tutta questa sofferenza in mezzo al campo, nonostante abbiamo affrontato una squadra che palleggia bene, con gente dotata di grande dominio palla. Ripeto, per 70 minuti abbiamo fatto molto bene. Poi, nell'ultima parte, qualcuno era stanco, ad altri abbiamo dovuto fare 90 minuti, viste le defezioni che abbiamo avuto. Secondo me, è stato un test positivo".

"Non credo che l'infortunio di Murano sia così grave, Ricciardi deve imparare a essere più determinante"

Su Jacopo Murano: "Saranno fatti ulteriori accertamenti, da quello che sembra l'infortunio non sembra così grave come sia stato dipinto. Purtroppo, in partitina, ha avuto un impatto al collo del piede, a causa del quale non riesce a calciare e a fare il lavoro con palla. Credo che non ci sia bisogno di questo pessimismo, siamo sicuri di riaverlo quanto prima. Sia lui che Gabriele sono ottimi attaccati che hanno determinate caratteristiche, sta a noi farle emergere".

Sulla performance degli esterni di centrocampo: "Micovschi è stato positivo, ha ribaltato sempre l'azione, è un giocatore che ha buona qualità e qualità, si è speso anche in fase difensiva sulla quale deve ancora migliorare. Da quel lato, con Zanandrea, abbiamo fatto soltanto due allenamenti. Sicuramente, qualche scalata in avanti va migliorata. Ricciardi ha fatto delle ottime cose, però deve imparare a essere più determinante. È arrivato più volte in area: in un'occasione, ha fatto un ottimo assist a Bernardotto, che però è incespicato; in altre tre o quattro occasioni, avrebbe potuto mettere in mezzo palle un po' più intelligenti e ragionate. Dobbiamo attaccare meglio l'area, occuparla meglio perché, su queste palle laterali, quando entriamo, se occupiamo bene l'area, sono convinto che possiamo creare diversi pericoli. E, oggi, invece, siamo arrivati tante volte in area, ma l'assist non è mai stato veramente di qualità al fine di consentire all'attaccante di segnare".

Sull'attacco: "Sicuramente, potevamo fare meglio. Russo, ogni tanto, non arrivava con il tempo giusto. Bernardotto rimaneva marcato più centrale. Guadagni, soprattutto, può migliorare: deve imparare a leggere certe situazioni. Può venire dentro di più, può calciare, perché ha la qualità, deve venire in uno contro uno. Ha qualità, sta facendo bene e ha anche grande spirito di sacrificio, aiuta la squadra in fase di non possesso, ma deve crearsi più situazioni. Su questo, può crescere ancora tanto".

"Speriamo che possano sbloccarsi operazioni in uscita per poter intervenire sul mercato"

C'è, tuttavia, ancora qualche tassello che manca al completamento della rosa: "Lo abbiamo già detto, non voglio essere ripetitivo. Sappiamo che dobbiamo fare delle operazioni. Fare le uscite non è semplice: più ne riusciamo a fare, più riusciamo a intervenire in entrata. Nel frattempo, però, credo che la società si stia muovendo: è arrivato Zanandrea, oggi mi è piaciuto e, nonostante abbia lavorato poco, è un profilo con un bello spirito. È arrivato Aya, un giocatore che ha personalità ed esperienza, anche nella comunicazione. Anche Auriletto e Moretti hanno fatto bene. Forse, negli ultimi 15-20 minuti, hanno avuto un po' di difficoltà, perché si è visto che 90 minuti finora non li avevano mai fatti. Nella nostra idea, c'era l'intenzione di tenere per 60-70 minuti i titolari ma, per le vicissitudini che abbiamo avuto, siamo stati costretti a tenere alcuni giocatori per tutti e 90 i minuti. Abbiamo le idee chiare e speriamo che possano sbloccarsi queste operazioni, in modo da poter intervenire più serenamente sul mercato, come del resto sta facendo già il ds De Vito. La settimana prossima inizieremo ad allenarci anche al Partenio-Lombardi e ad adattarci al sintetico, e faremo delle scelte ben precise". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino-Roma Primavera 0-1, Taurino: "Bene i primi 70 minuti, la difficoltà di segnare non mi preoccupa"

AvellinoToday è in caricamento