rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Calcio

Avellino-Giugliano, Rastelli: "Domani in campo con due insidie, non cadiamo in tranelli"

Le parole del tecnico biancoverde alla vigilia del match di domani: "Giocare in uno stadio vuoto non è calcio, ma dobbiamo accettare la decisione. Se caliamo di un minimo di attenzione, concentrazione e convinzione, possiamo andare incontro a brutte figure"

Ecco le dichiarazioni di mister Massimo Rastelli alla vigilia del match Avellino-Giugliano, valevole per la tredicesima giornata del campionato di Serie C, girone C, in programma domani allo Stadio "Partenio-Lombardi" alle ore 17:30: "Domani ci troveremo di fronte a due insidie. La prima è quella di giocare a porte chiuse e tornare indietro di due anni, come quando c'era il lockdown: in questo momento, in cui c'è stato un riavvicinamento della gente e dei nostri tifosi, rivivere la stessa atmosfera contro il Catanzaro ci avrebbe dato una grande mano. Ho fisso nelle orecchie il boato quando Gambale ha segnato l'1-2 e non so se, senza quel boato, avremmo avuto la forza di riagguantare la gara. Giocare in uno stadio vuoto non è calcio, ma bisogna accettare le decisioni degli organi competenti. L'altra insidia è quella dell'avversario: pensare che sia una gara facile in discesa, soltanto perché abbiamo pareggiato contro il Catanzaro e abbiamo fatto bene a Foggia, è completamente sbagliato. Affrontiamo una compagine ben organizzata che non dà grandi punti di riferimento e imprevedibile, che ha ottime individualità. Ha dei giocatori di grande esperienza e giovani molto interessanti. Le insidie sono queste e non dobbiamo cadere in questi tranelli. Dobbiamo sapere di avere lo stesso atteggiamento avuto nelle ultime quattro gare e che, se caliamo di un minimo di attenzione, di concentrazione e di convinzione, possiamo andare incontro a brutte figure".

"Mi auguro di riuscire a fare quell'ulteriore passettino, uscendo dal campo con la consapevolezza di aver dato tutto"

Sulla sfida di domani: "Affrontiamo una neopromossa che ha entusiasmo e nulla da perdere. Dobbiamo mettere in campo quello che abbiamo preparato per questa gara, sapendo che c'è ancora tanto da fare e su cui lavorare, sapendo che questo è un ulteriore step di una crescita che il gruppo sta affrontando: un gruppo composto da ragazzi che mi stanno dando la massima disponibilità. Mi auguro che, quindi, domani, riusciamo a fare quell'ulteriore passettino, uscendo dal campo con la consapevolezza di aver dato tutto".

"Cerco di preparare le gare nel miglior modo possibile con i giocatori che ho a disposizione"

Sulle indisponibilità: "Dispiace avere tutti questi assenti, ma non ne ho mai fatto un problema. Cerco di preparare le gare nel miglior modo possibile con i giocatori che ho a disposizione e di trasmettere questo atteggiamento alla squadra. Credo di avere un organico che mi consente di effettuare determinate scelte. Tanti ragazzi stanno crescendo in queste ultime settimane, sicuramente avrò a disposizione altrettanti ragazzi in grado di poter svolgere al meglio i compiti a loro assegnati. Naturalmente, i ballottaggi ci sono sempre in ogni gara: mi riservo sempre fino all'ultimo di valutare a pieno non solo quello che poi vedo in allenamento, ma anche le caratteristiche che mi possono servire di più a inizio gara. Abbiamo giocatori molto duttili che mi consentono di ricorrere a qualsiasi sistema di gioco. Qualche ragazzo è stato un po' impiegato in ruoli non prettamente a loro più congeniali, ma li vedo lavorare con grande convinzione in allenamento. Sul rendimento, ognuno deve fare il bene della squadra, con compattezza ed equilibrio: dobbiamo cercare di mettere almeno nove giocatori nelle migliori condizioni possibili. Non è la fine del mondo se qualcuno si adatta a un determinato ruolo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino-Giugliano, Rastelli: "Domani in campo con due insidie, non cadiamo in tranelli"

AvellinoToday è in caricamento