Venerdì, 19 Luglio 2024
Basket

Del.Fes Avellino, Benedetto-Rotondi-Nevola in coro: "Riportiamo l'entusiasmo per il basket in città"

Conferenza stampa di presentazione del nuovo progetto sportivo per la stagione 2022-23: "Dobbiamo avvicinare la gente al palazzetto, il progetto è più ambizioso e siamo partiti in anticipo"

La Del.Fes Avellino riparte dal trio Benedetto-Rotondi-Nevola. Nella cornice di Parco "Manganelli-Santo Spirito", direttore generale, direttore sportivo e coach della compagine biancoverde hanno incontrato gli organi di stampa per illustrare il progetto tecnico in vista della stagione 2022-23.

Benedetto: "Voglio tornare a fare quello che ho sempre fatto, vincere i campionati"

"L'atmosfera è meravigliosa e speriamo di riportare l'entusiasmo per il basket in questa città. Se il progetto è vincente, l'allenatore ti aiuta a portarlo avanti" dichiara coach Giovanni Benedetto. "Mi auguro di esserne all'altezza, proverò a metterci il massimo per raggiungere gli obiettivi prefissati. Dobbiamo cercare di correre su una strada ben tracciata dalla dirigenza e dal presidente. Sono estremamente contento di far parte di questo progetto. È anche vero che, per far avvicinare la gente al palazzetto, bisogna portare risultati".

Il coach ritorna sulla salvezza appena conseguita: "È giusto e doveroso ringraziare chi, con tenacia, voglia e determinazione, è riuscito ad arrivare all'obiettivo. Ringrazio anche la stampa che ci ha seguito. Ora, il progetto è più ambizioso e cerchiamo di fare bene il nostro lavoro. Bisogna cercare di capire come funziona il mercato, in base anche al budget che avremo a disposizione: in questo, Antonello è bravissimo. Avellino è una piazza importante, i giocatori che vengono qui devono essere convinti e consapevoli di questo. Valuteremo non soltanto i profili tecnici, ma anche quelli personali di ogni singolo atleta. Antonello e Paolo stanno lavorando tantissimo in questi giorni, dobbiamo avere la capacità di scegliere il meglio possibile".

"Oggi, parlare di un progetto ambizioso è una cosa rischiosa. Bisogna essere protagonisti l'anno prossimo. Stiamo ancora aspettando di capire non solo il numero di retrocesse, ma anche le regole e quante squadre parteciperanno ai playoff. Parlare di progetto ambizioso, oggi, è obbligatorio perché è il campionato che ci obbliga. Dobbiamo avere tanta pazienza, osservare gli obiettivi giusti e fare bene. Sono convinto che Avellino lo meriti e, probabilmente, la cosa che più mi diverte è quella di tornare a fare quello che ho sempre fatto: vincere i campionati" conclude Benedetto.

Del.Fes Avellino, Benedetto-Rotondi-Nevola in coro: "Riportiamo l'entusiasmo per il basket in città"

Rotondi: "La campagna abbonamenti sarà molto popolare, con molte agevolazioni"

Queste le dichiarazioni del dg Paolo Rotondi: "Finalmente, abbiamo, dopo due anni abbastanza tribolati, un confronto diretto con la stampa. Sapete le difficoltà che abbiamo avuto lo scorso anno: sapete i problemi legati alla pandemia e ai tantissimi infortuni ma, grazie al coach, siamo riusciti a venirne fuori. Bisognava ripartire da un riferimento importante e abbiamo individuato in Giovanni Benedetto la persona che, per caratteristiche morali, durezza e palmarès, fosse il più indicato a sposare il progetto, che prevede, oltre alla costruzione di un organigramma societario più profondo, la possibilità di riprendere il discorso del settore giovanile. Da questo punto di vista, siamo la società con la maggiore rappresentatività in città".

"Quest'anno, Roberto De Luca avrà un ruolo più performante nell'assetto dirigenziale. Resteranno, nello staff, Salvatore Formato e Luigi Genovese, così come anche il dott. De Simone. L'idea è quella di avere una maggiore flessibilità. Gli anni che ci lasciamo alle spalle sono stati difficili. Ora, l'ambizione di tutti è riportare le persone al palazzetto per voglia e passione. La campagna abbonamenti sarà molto popolare, con molte agevolazioni" aggiunge Rotondi.

Sulla situazione Scandone, Rotondi precisa: "Un imprenditore che ha fatto l'offerta per il logo (Massimo Abate, ndr) è un mio assistito. Sulla Scandone, vi è un enorme lodo che pende ed è quella passività che si è accumulata per la gestione Sidigas. Un'ipotesi di acquisizione del logo da parte della nostra società farebbe sì che quel logo sia associato alla Del.Fes e, quindi, tutte le cartelle esattoriali arrivino a noi".

Nevola: "Proposte molto alte, ma quest'anno abbiamo determinato il budget molto prima"

Ecco le parole del ds Antonello Nevola: "L'anno scorso siamo partiti ad agosto e abbiamo dovuto adeguarci alle proposte. Molte società, oggi, ancora non hanno determinato il budget. Quest'anno, lo abbiamo determinato abbastanza presto e ciò ci favorisce. Ovviamente, non essendo nel clou del mercato, oggi abbiamo anche pretese abbastanza alte, soprattutto dai procuratori. Ci saranno, sicuramente, molte squadre disposte a spendere, per cui i costi dei cestisti saranno sicuramente più alti rispetto al passato. Carenza è un nostro obiettivo, non è un mistero". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Del.Fes Avellino, Benedetto-Rotondi-Nevola in coro: "Riportiamo l'entusiasmo per il basket in città"
AvellinoToday è in caricamento