rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Politica

Ciclo integrato dei rifiuti, D'Alessio: "Delineata anche la questione impiantistica, necessari due mesi per partire"

Le parole del Presidente dell'ATO Rifiuti a margine dell'incontro odierno: "Costituiremo tutto ciò che è necessario per affidare il ciclo all'ATO"

Nuovo vertice a Palazzo Caracciolo tra Provincia di Avellino e ATO Rifiuti sulla definizione delle procedure tecnico-economiche riguardanti la gestione del ciclo integrato dei rifiuti.

"Si inquadrerà la situazione relativa alla gestione degli impianti, soprattutto quella dei consorzi"

"Un passo in avanti, forse anche due" afferma il Presidente dell'ATO Rifiuti di Avellino, Vittorio D'Alessio. "Siamo riusciti a delinare anche la questione dell'impiantistica. In settimana, il direttore generale dell'ATO avrà un'interlocuzione con il segretario generale della Provincia: vi sarà uno scambio di documenti, si inquadrerà la situazione relativa alla gestione degli impianti, soprattutto quella dei consorzi. Dobbiamo capire se avvenirà in capo alla Provincia, oppure in capo all'ATO. Poi, procederemo con l'individuazione di quella che sarà la strada principale per la gestione e l'affidamento del ciclo integrato dei rifiuti. Non abbiamo più tempo da attendere. Abbiamo capito che c'è da parte della Provincia la volontà di collaborare a questo trasferimento delle quote. Abbiamo almeno necessità di due mesi per partire. Costituiremo tutto ciò che è necessario per affidare il ciclo all'ATO".

"Un'altra importante riunione, anche in considerazione della presenza dei componenti del soggetto liquidatore dei due consorzi, ci siamo riaggiornati al giorno 12 dicembre per definire altri aspetti tecnici" dichiara il Presidente della Provincia di Avellino, Rino Buonopane.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclo integrato dei rifiuti, D'Alessio: "Delineata anche la questione impiantistica, necessari due mesi per partire"

AvellinoToday è in caricamento