rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Ato Rifiuti Avellino, D'Alessio: "Vogliamo realizzare il bene della nostra Irpinia"

Le parole del neopresidente: "Oggi più che mai l'Ente ha bisogno del contributo di tutto il CdA. Prossimità e autosufficienza senza recare danno alle comunità"

Prime parole da nuovo presidente dell'Ato Rifiuti di Avellino per Vittorio D'Alessio. In data odierna, è avvenuto il passaggio di consegne, con il sindaco di Mercogliano che si accinge a guidare l'Ente per il prossimo mandato.

"Prima di ogni altra considerazione, desidero esprimere la gratitudine per la fiducia che i colleghi sindaci hanno riposto nella mia persona, dando a me la guida dell'Ato. E' un grazie rivolto anche a chi, legittimamente, ha ritenuto di fare scelte diverse dal mio nome poichè è nel nome della collegialità che opereremo. Oggi più che mai, infatti, questo Ente ha bisogno di una gestione improntata sul contributo dell'intero consiglio di amministrazione che vanta al suo interno risorse di significativa esperienza amministrativa e approfondita conoscenza del territorio, senza dubbio le qualità più importanti per affrontare i problemi ed offrire soluzioni vicine alle esigenze delle comunità. Noi eletti abbiamo il compito di riappropiarci, attraverso questa nuova esperienza, della nostra dignità istituzionale e tornare ad essere protagonisti della vita amministrativa della nostra provincia. Colleghi, abbiamo dinanzi sfide importanti! E sicuramente lavorare insieme sarà il nostro modus operandi per l'acquisizione della gestione del ciclo integrato dei rifiuti. L'obiettivo è di arrivare ad una gestione che possa essere improntata alla prossimità e all'autosufficienza, nella piena consapevolezza delle specificità territoriali, così da adeguare gli interventi senza mai arrecare danno alle comunità. Occorre chiederci insieme se l’analisi che è stata realizzata nel piano d’ambito adottato sia adeguatamente dettagliata e se metta davvero in evidenzia dimensionamento e costi che gravano sui cittadini per il servizio in ogni singolo comune. Occorre chiederci come portare la raccolta differenziata ad un livello accettabile - oltre il 70% di media - in ogni comune, anche inducendo ogni singola realtà ad adottare iniziative che servano a sensibilizzare ed educare i cittadini in tal senso. E occorre uno sforzo comune per valutare adeguatamente l'organizzazione e la dislocazione impiantistica, tenendo insieme le esigenze dei territori con la produzione di un ciclo efficiente. Sono certo che, insieme, collegialmente, otterremo gli obiettivi che ci poniamo, nella consapevolezza che tutti, indistintamente, vogliamo qui solo realizzare il bene della nostra Irpinia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ato Rifiuti Avellino, D'Alessio: "Vogliamo realizzare il bene della nostra Irpinia"

AvellinoToday è in caricamento