L'Irpinia dal Santo Padre: "La aspettiamo a Montevergine"

Oggi pomeriggio la cerimonia che svelerà la prestigiosa opera inedita donata al Vaticano

La delegazioni di Montevergine, l’Associazione “Tertio Millennio Adveniente” di Salerno, l’Arcidiocesi polacca di Elk, la Fondazione Thun Onlus ed i bambini delle zone terremotate dell’arcidiocesi di Spoleto-Norcia stanno incontrando in questo momento il Santo Padre.

"L'Irpinia La aspetta" ha esordito l'Abate Riccardo Guariglia in udienza dal Papa per donare al Vaticano il presepe di Montevergine. 

Francesco ha poi salutato e ringraziato l'Abate: «Ogni anno il presepe e l'albero di Natale ci parlano col loro linguaggio simbolico - ha esordito - Essi rendono maggiormente visibile quanto si coglie nell'esperienza della nascita del Figlio di Dio. Sono i segni della compassione del Padre celeste, della sua partecipazione e vicinanza all'umanità, che sperimenta di non essere abbandonata nella notte dei tempi, ma visitata e accompagnata nelle proprie difficoltà». 

Poi ha aggiunto: "Il presepe è ispirato alle opere di misericordia. È il luogo suggestivo dove contempliamo Gesù che, assumendo su di sé le miserie dell'uomo, ci invita a fare altrettanto, attraverso azioni di misericordia». 

Dalle 16.00 in Piazz San Pietro ci sarà la cerimonia di svelamento della prestigiosa opera inedita ispirata alle 7 opere della Misericordia: 20 statue di circa due metri di altezza posizionate in una scenografia di 80 metri quadri nell'agorà del Vaticano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Avellino è in lutto: Tina si è spenta dopo una lunga malattia

  • "Nuovo Clan Partenio" in ginocchio, i dettagli dell'operazione

  • Avellino, maxi blitz contro il nuovo clan Partenio: 23 arresti

  • Guida Espresso 2020, i migliori ristoranti in Irpinia

  • Bimbo nato morto alla clinica Malzoni, effettuata l'autopsia

  • "Partenio 2.0": le intercettazioni tra Damiano Genovese e il padre

Torna su
AvellinoToday è in caricamento