La storia della Madonna del Fiume di Calabritto, meta di pellegrinaggio delle partorienti

Secondo una credenza popolare se una donna incinta beve l’acqua che sgocciola da una particolare stalattite le sarà assicurata latte in abbondanza

Nel weekend concedetevi una piacevole camminata nel Parco Regionale dei Monti Picentini per scoprire la storia del Santuario della Madonna del Fiume.

Precisamente si giunge presso la struttura attraversando il territorio montuoso, alle falde del complesso del Cervialto. La chiesetta della Madonna del Fiume, si trova all’interno di una grotta carsica che offre un suggestivo spettacolo di concrezioni calcaree. Il sentiero è facilmente praticabile sia da adulti che da bambini ed è caratterizzato da vari punti panoramici ed altrettante attrattive naturali.

Secondo la leggenda, all’inizio del XVII secolo il torrente Meria, a causa delle piogge cospique che interessarono il paese per diversi giorni, straripó travolgendo una piccola cappella che sorgeva sulle sue rive, ma lasciando completamente intatta una raffigurazione della Vergine dipinta su di una parete.

Nel 1624, in onore della miracolosa raffigurazione della Vergine, venne eretto un santuario che divenne meta di pellegrinaggio e visita turistica altamente frequentata. Secondo una credenza popolare di origine pagana, se una donna in attesa di un bambino beve l’acqua che sgocciola da una particolare stalattite a forma di mammella le sarà assicurata abbondanza di latte.

L'area, tuttavia, non è solo meta di pellegrinaggio di mamme e fedeli, ma è ideale per chi ha voglia di trascorrere una giornata a contatto con la natura camminando tra il verde lussureggiante. Chi ama le escursioni può può prima visitare la grotta-santuario della Madonna del Fiume e la Cascata di Bard’natore, alta 70 metri e formata da 5 salti e poi sostare presso un’area pic-nic appositamente attrezzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida Michelin, tra vecchie e nuove stelle ecco i migliori ristoranti campani

  • Coronavirus, in Campania Rt scende sotto 1: verso la fine della zona rossa

  • Coronavirus in Irpinia, sono 194 i positivi di oggi: altri 38 ad Avellino

  • Coronavirus in Irpinia, sono 93 i positivi di oggi: altri 13 ad Avellino

  • In Campania è stato raggiunto il picco dei contagi

  • Coronavirus in Irpinia, sono 115 i positivi di oggi: altri 19 ad Avellino

Torna su
AvellinoToday è in caricamento