rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca

Usura, racket ed estorsione, Capossela: "Fenomeni in aumento sul lato occidentale dell'Irpinia"

Le parole del presidente di SOS Impresa: "Parliamo del Vallo di Lauro, del Mercoglianese, fino ad arrivare a Montoro, Solofra e Atripalda, quindi Valle del Sabato"

Presente, all'iniziativa di oggi presso la Villa Comunale, promossa dalla Regione Campania nell'ambito della lotta all'usura e al racket, anche Domenico Capossela, presidente di SOS Impresa, il quale ha fornito gli ultimi dati relativi agli eventi criminosi verificatisi nella provincia di Avellino negli ultimi 18 mesi: "Il primo elemento che risalta da questi dati è che vi è un grosso fermento sul lato occidentale dell'Irpinia. Stiamo parlando del Vallo di Lauro, del Mercoglianese, fino ad arrivare a Montoro, Solofra e Atripalda, quindi Valle del Sabato. Zero fermento, invece, nella restante parte occidentale della provincia. Da questa statistica, si evince che ogni 15 giorni in Irpinia c'è un atto di tentata estorsione: colpi di pistola, bombe carta, incendio di automobili, autocarri o nei pressi delle imprese. Ciò può avere due giustificazioni: o gli imprenditori stanno iniziando a denunciare, o il fenomeno sta aumentando".

Usura, racket ed estorsione, Capossela: "Fenomeni in aumento sul lato occidentale dell'Irpinia"

"L'irpino non è omertoso, ha la forza di denunciare e riprendere in mano la propria vita e la propria attività"

Anche per quanto riguarda il numero di denunce presentate, nota Capossela: "Sono aumentate. In particolare, con il blocco causato dal lockdown, si è assistito a una ripresa delle denunce. L'irpino non è omertoso, ha la forza di denunciare e riprendere in mano la propria vita e la propria attività".

"Chi usufruisce dell'usura crede che l'usuraio sia il proprio benefattore"

Per quanto concerne l'usura, invece: "Rimane un aspetto ancora occulto. Però sappiamo che c'è ed è ancora forte in Irpinia. Il problema principale causato dalla pandemia riguarda il fatto che famiglie e i piccoli imprenditori si sono trovati maggiormente senza liquidità e hanno dovuto fare ricorso a chi, invece, i soldi ce li ha. Purtroppo, l'usura è difficile da denunciare, perché chi 'usufruisce' di tale pratica crede che l'usuraio sia il proprio benefattore. Alla fine, l'usuraio è sempre delinquente e può essere anch'egli stesso un imprenditore".

A volte, questo fenomeno si estrinseca in prestiti a tasso zero, in scambio di favori pesanti: "Ad esempio, il trasporto di stupefacenti per rimediare dei soldi".

"È impossibile che, in una parte dell'Irpinia, un'automobile va in fiamme una volta ogni 15 giorni e, nell'altra parte, non si verificano episodi del genere"

I settori più colpiti: "Sono quelli dello smaltimento rifiuti e il cosiddetto 'racket dei terreni', laddove circola più danaro. Sappiamo che in Irpinia l'economia si basa sul vino e sulle nocciole, quindi questi settori sono abbastanza attaccati dalla criminalità organizzata. Anche gli episodi incendiari che si sono verificati a Serino e Solofra sono legati in qualche modo a questo fenomeno. È impossibile che, in una parte dell'Irpinia, un'automobile va in fiamme una volta ogni 15 giorni e, nell'altra parte, non si verificano episodi del genere. Non può essere sempre un cortocircuito. Nella Valle del Sabato, a Solofra, è stata incendiata una macchina del presidente del Consiglio Comunale di Solofra che, tra l'altro, è anche un imprenditore".

"Ho immediatamente denunciato, stiamo parlando di situazioni che, negli anni, si sono ripetute"

Molteplici le testimonianze degli imprenditori vessati, tra queste Gerardo Lombardi imprenditore di Forino: "Nel 2016 mi distrussero circa 2mila piante di nocciole su un terreno di 12mila metri quadrati. Ho sempre immaginato che fossero state più persone. Io denuncia immediatamente il fatto. Le indagini sono ancora in corso. Stiamo parlando di situazioni che, negli anni, si sono ripetute. Mi sono ritrovato, dalla mattina alla sera, con le piante tagliate. Nella zona di Forino, purtroppo, ci sono compravendite di terreni e, la mia terra, faceva molta gola. Ora, dopo anni, finalmente l'attività sta riprendendo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura, racket ed estorsione, Capossela: "Fenomeni in aumento sul lato occidentale dell'Irpinia"

AvellinoToday è in caricamento