rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Atripalda

“Suo figlio ha provocato un incidente!”, criminali senza scrupoli sottraggono denaro e gioielli

L'ennesima truffa di questo genere agisce come un campanello d'allarme per l'Irpinia

Nella società odierna, la tecnologia avanzata ha portato sia a opportunità che a rischi. Uno dei pericoli che sta emergendo con forza è quello delle truffe telefoniche sofisticate, in cui i truffatori sfruttano l'inganno e la manipolazione emotiva per trarre vantaggio finanziario dalle loro vittime. Un esempio spaventoso di questo genere di truffa si è verificato il 10 agosto 2023, quando una famiglia di Atripalda è stata presa di mira e ingannata da una serie di chiamate telefoniche ingannevoli. Nel pomeriggio di quella giornata, la famiglia ha ricevuto una chiamata sulla loro linea fissa. L'interlocutore si è spacciato per un Carabiniere, affermando che il figlio della famiglia aveva provocato un incidente automobilistico in Grecia, investendo una donna e provocandone il ricovero in ospedale. Questo presunto ufficiale ha instillato paura e ansia nella famiglia, mettendo in scena una situazione grave.

Con voce rotta dal pianto, il ragazzo ha confessato un "errore grave"

Per aggiungere un livello di autenticità, un telefonista è stato messo in collegamento con il figlio, il quale sembrava confermare la versione dei fatti. Con voce rotta dal pianto, il ragazzo ha confessato un "errore grave", spingendo i genitori a cercare di confortarlo e rassicurarlo. L'inganno è proseguito quando il finto Carabiniere è tornato in linea, fornendo dettagli legali sulla situazione del figlio e minacciando conseguenze penali serie. Al fine di "risolvere" la situazione, è stato richiesto un versamento immediato di 7.000,00 euro, per evitare un possibile procedimento legale. Nel frattempo, su un telefono cellulare è arrivata una chiamata da un altro numero. L'interlocutore di questa chiamata aveva un tono familiare e ha ulteriormente ingannato la vittima, convincendola a pesare i gioielli in oro di casa e fornirne il peso. Dopodiché, un giovane sconosciuto è apparso a casa della vittima per ritirare i gioielli in oro come pagamento.

La famiglia ha deciso di presentare denuncia presso i Carabinieri 

La madre ha consegnato i gioielli in oro a un giovane che si era presentato per ritirarli e, successivamente, questi si è allontanato. Tuttavia, i gioielli non erano sufficienti per coprire l'importo richiesto, portando a una richiesta di ulteriori 5.000 euro. La madre è stata persuasa a recarsi all'ufficio postale per prelevare la somma richiesta. Solo quando il nipote della madre ha scoperto l'accaduto e ha contattato suo cugino, il quale si trovava sano e salvo in Grecia, la truffa è stata rivelata. È stato chiaro, in quel momento, che la chiamata del presunto Carabiniere era stata una menzogna e che la famiglia era caduta in un elaborato inganno. Dopo aver informato le autorità locali, la famiglia ha deciso di presentare denuncia presso i Carabinieri di Atripalda, sperando che l'esperienza possa servire da monito per altri. La truffa dell'incidente fittizio e del furto dei gioielli è un monito che ci ricorda quanto sia importante essere vigili e informati, soprattutto quando si tratta di questioni finanziarie e di sicurezza personale. La prevenzione rimane la migliore difesa contro tali attacchi ingannevoli.

truffa-5

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Suo figlio ha provocato un incidente!”, criminali senza scrupoli sottraggono denaro e gioielli

AvellinoToday è in caricamento