rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Processo Nuovo Clan Partenio, via libera alla trascrizione di una intercettazione di Pasquale Galdieri

Continua il processo che vede imputati gli affiliati al Nuovo Clan Partenio; accusati, a vario titolo, di associazione di stampo camorristico, tentata estorsione, usura e turbata libertà degli incanti

Continua il processo che vede imputati gli affiliati al Nuovo Clan Partenio; accusati, a vario titolo, di associazione di stampo camorristico, tentata estorsione, usura e turbata libertà degli incanti. Nella giornata di oggi, all'interno dell'Aula di Assise del Tribunale di Avellino - dinanzi al giudice dott. Gian Piero Scarlato, con i giudici a latere dott. Giulio Argenio e dott. Lorenzo Corona -  è stata sciolta la riserva sulle integrazioni  istruttorie del Pm e dei legali. Il Pubblico Ministero, dott.ssa Simona Rossi, ha chiesto l'assunzione di nuovi mezzi di prova relativi agli atti acquisiti al fascicolo per il dibattimento di alcuni soggetti. Il Tribunale, preliminarmente, a scioglimento della riserva in merito all’eccezione di utilizzabilità delle intercettazioni telefoniche avanzate dai difensori di Galdieri Pasquale all’udienza del 9 gennaio 2023, ha ritenuto di dover confermare l’ordinanza resa in data 17 settembre 2021 con cui il collegio già aveva respinto analoga eccezione, limitandosi solo a osservare le argomentazioni poste a fondamento della stessa ordinanza e che riposavano anche su arresti giurisprudenziali in linea con quelli citati dai difensori a sostegno della rinnovata eccezione. Inoltre, veniva ribadito che le novità introdotte dalla riforma Cartabia possono condurre anche a una differente valutazione sulla decisione già adottata.

Accolta, poi, la richiesta di trascrizione delle intercettazioni avanzata dal Pubblico Ministero, dott.ssa Simona Rossi. Adesso si procederà alla formale ammissione. Il collegio, poi, ha ritenuto di non dover procedere alla perizia fonica, essendo già ritenuta inutile dal consulente di parte e dal perito del Tribunale, in ragione del numero insufficiente di parole pronunciate dal soggetto intercettato. Per questi motivi, il Tribunale ammette tutte le prove documentali rimesse dalle parti. Ammette la perizia trascrittiva della conversazione, nominando per questo compito la dott.ssa Cira D’Ardia. Rigettate, infine, tutte le prove testimoniali rimesse dalle parti e altresì la richiesta di perizia fonica avanzata dai difensori di Pasquale Galdieri.

A conclusione di questa lunga udienza, sono state ammesse le prove documentali. Respinte, invece, le richieste di nuovi testimoni. Via libera, ancora, alla trascrizione di una intercettazione relativa a Pasquale Galdieri, sollecitata dalla pm antimafia Simona Rossi. Rigettate, infine, le richieste di una perizia fonica e della inutilizzabilità delle intercettazioni. Il  prosieguo istruttorio, adesso, è previsto per il 9 maggio 2023 e, in quell'occasione, avrà luogo anche il deposito della perizia. 

Processo al Nuovo Clan Partenio, il filone dell'estorsione e dell'usura

Questo filone processuale è relativo all’inchiesta condotta dalla Dda di Napoli sul clan Partenio che vede alla sbarra i fratelli Pasquale e Nicola Galdieri, ritenuti a capo dell’organizzazione malavitosa irpina, insieme ad altre persone. Nelle oltre mille pagine di ordinanza cautelare è evidenziato lo spessore criminale del clan diretto dai fratelli Galdieri che si occupavano di usura ed estorsioni. Per gli inquirenti, infatti, il gruppo criminale è nato dalle ceneri del vecchio clan Partenio che a fine anni ’90 ha insanguinato la provincia di Avellino. Un’organizzazione che faceva capo ai Genovese e che gestiva un grosso traffico di cocaina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Nuovo Clan Partenio, via libera alla trascrizione di una intercettazione di Pasquale Galdieri

AvellinoToday è in caricamento