Omicidio di camorra in Valle Caudina, confermato l'arresto del killer

Il sicario, responsabile dell'assassinio di Orazio Di Paola, era stato fermato nella serata di ieri in autostrada, nei pressi di Roma

È stato confermato l'arresto di Gianluca Di Matola, il giovane di San Martino Valle Caudina responsabile dell'omicidio di Orazio Di Paola, il 58enne ucciso a colpi di pistola ieri mattina in Via Castagneto.

Di Matola sarebbe stato fermato ieri sera, sull'autostrada, nei pressi del casello di Roma Nord, e viaggiava con altre persone. Il sicario di Orazio Di Paola, appartenente al clan Pagnozzi, sarebbe stato incastrato dalle videocamere di sorveglianza e di alcune attività commerciali installate lungo la strada che avrebbe condotto il killer presso il luogo in cui è avvenuto l'omicidio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proseguono, nel frattempo, le indagini della Dda di Napoli sulle dinamiche dell'omicidio e sull'arma utilizzata dall'assassino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in moto: chi era Maria, professionista dal "gran cuore"

  • Coronavirus in Campania: De Luca chiude le scuole primarie e secondarie

  • Autocertificazione, ecco il nuovo modulo da scaricare

  • Decathlon Mercogliano, partono i colloqui di lavoro per l'imminente apertura

  • Incidente fatale sull'A16, muore un 25enne irpino

  • Chiude il Civico 12: per Carmine Pacilio si apre una nuova storia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento