Nuovo Clan Partenio, si torna in aula: Genovese dovrà rispondere della pistola che aveva in casa

L’ex consigliere della Lega sarà difeso dagli avvocati Gerardo Santamaria e Claudio Mauriello

In data odierna avrà luogo l’udienza del processo che vede imputato l’ex consigliere al comune di Avellino, Damiano Genovese. L’ex consigliere della Lega sarà difeso dagli avvocati Gerardo Santamaria e Claudio Mauriello.

I reati contestati

Nello specifico a Genovese viene contestato il reato di detenzione abusiva di arma da fuoco e ricettazione; a questi si aggiunge l’aggravante mafiosa. Damiano Genovese, ricordiamolo, era finito ai domiciliari a seguito di una perquisizione dei carabinieri del comando provinciale di Avellino e, in quest’occasione, fu ritrovata nella sua abitazione l’arma risultata poi rubata.

La seconda misura cautelare

Successivamente, Genovese riceveva una seconda misura cautelare, questa volta in carcere, nell’indagine dell’Antimafia di Napoli su quella che gli inquirenti ritengono una costola del Clan Partenio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando finirà la zona rossa in Campania: si rischia una settimana in più

  • Coronavirus, l'indice Rt di Avellino è quasi il doppio di quello di Napoli

  • Coronavirus in Irpinia, sono 93 i positivi di oggi: altri 13 ad Avellino

  • Coronavirus in Irpinia, sono 115 i positivi di oggi: altri 19 ad Avellino

  • Colti da sintomi febbrili, chiamano l'Asl di Avellino per il tampone ma non risponde nessuno

  • Coronavirus in Irpinia, sono 138 i positivi di oggi: altri 12 ad Avellino

Torna su
AvellinoToday è in caricamento