menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo Clan Partenio, Damiano Genovese confida a Morano il rapporto con Galdieri

Dalle intercettazioni, le parole del figlio del boss

L'inchiesta relativa all'operazione che ha smantellato il Nuovo Clan Partenio, continua senza sosta. Intercettazioni datate 2018 mostrano Damiano Genovese confidarsi con Sabino Morano. L'ex consigliere comunale aveva riallacciato i rapporti con Pasquale Galdieri e il suo uomo Beniamino Pagano, da pochi mesi scarcerati, spiegando di volersi rapportare con loro due per affrontare le questioni più delicate, sopratutto in considerazione del fatto che si stava esponendo politicamente e voleva dare un'immagine pulita di se stesso.

Genovese, nello specifico, cercava di evitare contatti con i pregiudicai di livello minore, perchè una eventuale frequentazione avrebbe potuto compromettere la sua candidatura.

Anche perché Genovese chiarisce al suo interlocutore:

"Io non mi metto in mezzo, perché tanto già so che vengo sempre coinvolto. Quello è pericoloso (Galdieri N.d.r.), e io gliel'ho detto. 

"Quello va bene! Ma quello ascolta! Tanto io lo so quello come fa! Tanto quello si fida solo di me! Non ti preoccupare, tanto io mi fido solo di lui e lui si fida solo di me! Io ora mi sono estraniato perchè, fisicamente, negli ultimi anni mi sono messo a dormire" Gli ho detto: forse non hai capito!" 

Invece, stando a quanto affermano gli investigatori, la funzione di Damiano Genovese all'interno del Nuovo Clan Partenio rimane centrale. Questo perchè, essendo incensurato e, soprattutto, figura di fiducia dei fratelli Galdieri (a causa del vecchio legame con il padre Amedeo), poteva rivelarsi importante nell'eludere le indagini. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento