Cronaca

Denso, primo segnale di apertura verso i lavoratori licenziati

Nel corso del sit-in di questa mattina: "L'azienda è disposta a ricevere una delegazione di lavoratori e sindacati"

Dopo il sit-in degli 11 lavoratori licenziati dalla Denso e dei sindacati di settore, organizzato questa mattina davanti ai cancelli della fabbrica a Pianodardine, sembrerebbe arrivare un primo segnale di apertura da parte dell'azienda. A spiegarlo è stato Andrea Coluccino, Rsu Uilm: "In base alle istanze dei lavoratori accolte questa mattina, c'è la disponibilità dell'azienda a ricevere una delegazione di lavoratori, per parlare anche della diatriba sulla tempistica di un ipotetico accordo '3 a 1', anzichè su 24 mesi, su 36. Su entrambe le questioni c'è stata un'apertura a discutere da parte dell'azienda. A breve, tramite comunicato con le segreterie, si darà una data per entrare nel merito delle questioni".

Rispetto alla possibilità di alcuni pensionamenti che porterebbero a nuove assunzioni, la Denso, attraverso il rappresentante sindacale Maurizio Spiniello ha dichiarato: "Non possiamo avere dei numeri certi in questo momento, perchè bisogna verificare i contributi dei lavoratori, al netto dell'età pensionabile. Pertanto è una questione che va verificata nel corso degli incontri che faremo con l'azienda. Credo che la cosa importante sia la disponibilità da parte dell'azienda ad incontrare, insieme al sindacato, una delegazione di lavoratori in modo da chiarire le idee anche a loro su quello che l'azienda è disposta a fare, e soprattutto che abbiamo prolungato di un anno quelli che saranno i tempi per le uscite anticipate, il che significa che se da 24 mesi si passa a 36, sicuramente ci saranno più persone ad essere accompagnate al pensionamento e, pertanto, più possibilità per i lavoratori in staff leasing di entrare con contratto indeterminato in azienda".

"Sono persone che lavorano anche da 15 anni - conclude - per questo siamo qui, perchè crediamo che siano lavoratori che meritano, anche moralmente, di rientrare in azienda e di lavorare finalmente con un contratto a tempo indeterminato, che è l'unica possibilità per loro per rientrare in Denso. L'unica possibilità è questa: l'uscita di tre lavoratori in pensione e l'ingresso di uno di loro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denso, primo segnale di apertura verso i lavoratori licenziati
AvellinoToday è in caricamento