rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca San Martino Valle Caudina

Camorra a San Martino V. C., appello alle istituzioni: "Ognuno deve fare la sua parte"

La lettera delle associazioni: "San Martino ha voglia di rinascere e rispondere alla violenza e alla paura con la voglia di vivere"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che le associazioni di San Martino Valle Caudina hanno inoltrato al Prefetto di Avellino, Dott.ssa Paola Spena, al Questore di Avellino Dott. Maurizio Terrazzi, al sindaco di San Martino Valle Caudina Arch. Pasquale Pisano e al presidente della Città Caudina, dott. Enzo Pacca.

In data 15 febbraio, le Associazioni presenti a San Martino Valle Caudina, congiuntamente alla comunità religiosa rappresentata da Don Fabio, all’Ordine Francescano Secolare, hanno avuto la necessità di incontrarsi poiché preoccupate per l’escalation di violenza degli ultimi anni, culminata con l’episodio criminale accaduto venerdì 11 febbraio, avvenuto a distanza di più di un anno da un eclatante omicidio.

San Martino ha un tessuto sociale sano, composto da persone per bene, lavoratori onesti e tanti giovani capaci e intraprendenti che nei momenti difficili, come l’alluvione 2019, hanno dato prova di unità e impegno; durante il lock-down hanno raccolto fondi e aiutato le famiglie in difficoltà. La comunità tutta, quando chiamata ad essere generosa con i più bisognosi, ha sempre superato le aspettative.

Vogliamo uscire di casa tranquilli e non sentirci in costante pericolo, vogliamo poter lasciare i nostri bambini a giocare in luoghi sicuri.

In questi giorni abbiamo visto una forte presenza delle forze dell’ordine, quasi uno stato d’assedio, come già avvenuto un anno e mezzo fa. Apprezzando lo sforzo, siamo convinti che non si possa sempre agire nell’emergenza e far calare poi l’attenzione per le strade e sottovalutare altri segnali violenti accaduti in questi anni.

Serve un lavoro di prevenzione costante, che coinvolga tutte le agenzie sul territorio.

Nei prossimi giorni sono stati programmati incontri per discutere di sicurezza, la nostra Amministrazione dovrà chiedere con forza che le promesse fatte in passato siano mantenute: più uomini, più mezzi a disposizione nel nostro territorio, maggior lavoro di intelligence.

Attenderemo le risposte che saranno date al Sindaco, impegnato ai tavoli istituzionali.

San Martino ha voglia di rinascere e di rispondere alla violenza e alla paura con la voglia di vivere, ma ognuno deve fare la sua parte.

San Martino Valle Caudina, 16/02/2022

ASSOCIAZIONE CASALI ASSOCIAZIONE GRUPPO MARTA

ASSOCIAZIONE CULTURALE INTERZONA - APS ASSOCIAZIONE LA PIAZZETTA

ASSOCIAZIONE MUSICI E POETI ASSOCIAZIONE REGINA DELLA PACE ASSOCIAZIONE VOCE DELLE DONNE

CENTRO SOCIALE MELINA PIGNATELLI CLUB LUPI VALLE CAUDINA

FORUM GIOVANI SAN MARTINO VALLE CAUDINA LEGAMBIENTE

ORDINE FRANCESCANO SECOLARE PARROCCHIA SAN MARTINO

PRO LOCO SAN MARTINO VALLE CAUDINA APS

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra a San Martino V. C., appello alle istituzioni: "Ognuno deve fare la sua parte"

AvellinoToday è in caricamento