Il boss Antonio Graziano chiede la revoca del 41bis

Si trova in carcere dal 2002 per gli omicidi della sorella, della figlia e della cognata del boss Biagio Cava

Il boss Antonio Graziano, in carcere dal 2002 per gli omicidi della sorella, della figlia e della cognata del boss Biagio Cava, successivamente alla sentenza della Corte Europea, ha chiesto la revoca del 41bis. 

Stando a quanto si apprende, il boss di Quindici ha presentato l’istanza al tribunale di Sorveglianza di Roma; motivandolo principalmente su tre elementi: la cessazione di ogni attività criminale da parte del clan Graziano, la lontananza di suo fratello Adriano, che non è più sottoposto a misure di prevenzione, e, infine, la morte del padre, Luigi Salvatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • Torna da Milano con la febbre altissima, trasportato al Moscati

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Coronavirus, Lauro, il sindaco: "Hanno viaggiato in treno e poi sono andati a prenderli in auto"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento