menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Amanita caesarea, attenzione a quando cogliere questo meraviglioso fungo

Il genere Amanita comprende funghi commestibili, altri a commestibilità condizionata, alcune specie tossiche ed alcune addirittura mortali

L’Amanita caesarea è un fungo già conosciuto ai tempi dei Greci e dei Romani. Questo fungo nasce sotto forma di ovolo, racchiuso in un tessuto bianco, di solito con la punta rivolta verso il terreno. Il velo che lo protegge nello stadio embrionale si apre nella sua parte apicale per permettere al carpoforo di uscire e di innalzarsi. Può trovarsi fino a 900 metri di altezza, dall'estate all'autunno, soprattutto nei boschi caldi e soleggiati di latifoglie.

Fungo di quasi cinque chili: il record è in Irpinia

La caesarea è l'unica Amanita ad avere tre colori ben distinti: bianco l'ovolo e il suo residuo sotto forma di volva alla base del gambo, rosso-arancio il cappello, giallo le lamelle, il gambo e l'anello.

Vale la pena ricordare, però, che il Genere Amanita comprende funghi commestibili, altri a commestibilità condizionata, alcune specie tossiche ed alcune addirittura mortali (A. phalloides, A. verna e A. virosa). Al fine di evitare la possibilità di gravi avvelenamenti la Legge 23.08.1993 n. 352 e le successive leggi regionali dispongono l'espresso divieto di raccolta dell' Amanita cesarea quando è ancora completamente chiusa nel velo generale, quindi sotto forma di ovolo, perché si potrebbe facilmente confondere con l'ovolo di una delle Amanite mortali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento