Lunedì, 2 Agosto 2021
Attualità

Chiave di Milot, Tony Della Pia (Rifondazione Comunista): "Chi di speranza vive la 'chiave' aspetta!"

"Sollecitiamo l'amministrazione comunale di Mercogliano e le autorità competenti ad intervenire presso l'ente appaltante al fine di sollecitare il completamento dell'opera e il conseguente ripristino dei luoghi"

Circa un anno fa nel perimetro dell'aiuola della rotatoria di Torrette di Mercogliano,sita nei pressi del casello autostradale "Avellino Ovest", la ditta appaltatrice ha cominciato i lavori per l'installazione della "chiave di Montevergine", imponente opera ideata dall'artista di origini albanesi Alfred Mirashi Milot che con le sue creazioni intende diffondere un messaggio positivo infatti, parla di accoglienza,inclusione ed eguaglianza. Il lavoro fortemente voluto dal Presidente della Provincia Domenico Biancardi sarà realizzato con le risorse destinate all'università del vino. Orbene,a prescindere dalle valutazioni soggettive che ogni individuo può coltivare ,ciò che ci interessa e' lo stato dell'arte. Dall'apertura del cantiere l'intervento procede con estrema lentezza e senza una soluzione di continuità, non ignoriamo gli ostacoli tecnico/burocratici oppure la grave crisi sanitaria che abbiamo attraversato, tuttavia ci chiediamo se non fosse stato opportuno programmare il tutto prima di deturpare l'area per poi lasciarla abbandonata per tanto tempo. Dopo le dichiarazioni pubbliche rese dal presidente Biancardi attraverso i mezzi d'informazione, con le quali annunciava la ripresa dei lavori a partire dal 1 luglio ci aspettavamo che l'impegno fosse mantenuto con un cronoprogramma certo e definitivo, ad oggi tutto e' fermo. Il luogo interessato oltre ad essere molto trafficato e' ad alta densità abitativa, lungo l'area di sedime dell'aiuola insiste un marciapiedi utilizzato dai pedoni per l'attraversamento della sede stradale , ci lascia sgomenti lo stato di manutenzione ,sospeso dall'insediamento del cantiere oramai invaso da arbusti di varie specie mentre le diverse infrastrutture ,impianto di illuminazione a pavimento, cordolo perimetrale e caditoie versano in condizioni pietose. Per queste ragioni sollecitiamo l'amministrazione comunale di Mercogliano e le autorità competenti ad intervenire presso l'ente appaltante al fine di sollecitare il completamento dell'opera e il conseguente ripristino dei luoghi. Chiediamo inoltre che la cittadinanza sia informata a riguardo, possibilmente con fatti certi ed evitando inutili e pomposi proclami.

Tony Della Pia, segretario provinciale Rifondazione Comunista 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiave di Milot, Tony Della Pia (Rifondazione Comunista): "Chi di speranza vive la 'chiave' aspetta!"

AvellinoToday è in caricamento