menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop a piano vaccinale, il sindaco di Santa Paolina: "Asl spieghi i ritardi"

La protesta del primo cittadino Rino Ricciardelli: "L'Azienda sanitaria aveva a disposizione locali pronti all'uso e invece abbiamo atteso due mesi per uno da adeguare. Adesso disorganizzazione nella gestione delle dosi: ora basta, non vogliamo essere gli ultimi degli ultimi per colpe altrui"

"Stamani ho rappresentato al Direttore Generale dell'ASL di Avellino il disappunto mio e della mia comunità per il fatto che la campagna vaccinale abbia subito uno stop che troviamo inaccettabile, anche alla luce dei ritardi che sono stati accumulati ingiustificatamente nella fase della scelta del punto di somministrazione. Già un mese prima della individuazione di Montefalcione avevamo messo a disposizione dell'Azienda sanitaria una struttura subito funzionante. Ancora non ci spieghiamo perché abbiamo dovuto attendere due mesi per una sede vaccinale non subito disponibile." Così il Sindaco di Santa Paolina, Rino Ricciardelli. 

"I ritardi accumulati durante la fase della scelta del punto vaccinale - aggiunge il primo cittadino - hanno portato i nostri anziani a dover attendere settimane rispetto ad altre realtà. Ora un'ulteriore attesa che si spiega soltanto con la evidente disorganizzazione dell'ASL. E' tutto inaccettabile, non vogliamo essere gli ultimi degli ultimi per colpe altrui."


"Chiediamo che ai nostri anziani e alle persone più deboli della nostra comunità venga presto somministrato il vaccino anticovid, sforzandosi di evitare disservizi e organizzazioni approssimative che - conclude Ricciardelli - possono mettere ulteriormente a rischio la salute dei nostri concittadini."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento