rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Attualità Avella

Sicurezza e movida, Spena: "Dopo due anni di silenzio auspico più comprensione da parte dei residenti"

Le dichiarazioni del Prefetto di Avellino, Paola Spena, rilasciate a margine della presentazione della settima edizione della ciclopedalata irpina per la sensibilizzazione sul tema della donazione degli organi

Servizi di vigilanza e di prevenzione in occasione del periodo di Ferragosto e dell’esodo estivo, movida in città e contrasto ai reati predatori. Su questi temi si è espresso, nella giornata odierna, il Prefetto di Avellino Paola Spena, a margine della presentazione della settima edizione della ciclopedalata irpina per la sensibilizzazione sul tema della donazione degli organi.

Servizi di prevenzione e controllo sul fronte della sicurezza stradale

La scorsa settimana, il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto Spena, ha disposto l’incremento dei servizi di prevenzione e controllo sul fronte della sicurezza stradale, lungo le principali arterie, in vista dell'esodo estivo di Ferragosto in cui c'è un particolare movimento di persone e veicoli lungo le direttrici stradali e autostradali verso le località turistiche: "Tutte quelle azioni di prevenzione e di vigilanza riguardanti l'esodo e la viabilità procedono bene per ora, anche in virtù della riduzione di tutta la cantieristica che era presente sull'autostrada e sulle altre strade di competenza dell'Anas e della provincia, salvo situazioni particolari. Anche la canna di Montepergola sta funzionando abbastanza bene" dice il Prefetto Spena.

Nello stesso periodo, non è tralasciato il contrasto dei reati predatori e di atti vandalici: "Non manca poi l'attenzione sull'azione tipica delle forze dell'ordine riguardante i reati predatori, un'attenzione anche in una fase di propaganda elettorale che rende più sensibili una serie di altre circostanze". 

Movida in città 

"Poi c'è la questione della 'movida' e, quindi, dei servizi messi in campo in primis dalla polizia municipale e poi dalle forze dell'ordine che presidiano con pattuglie il Corso durante il pomeriggio, in particolare il sabato. C'è una presenza a tutto tondo sul territorio di Avellino e non solo" sottolinea il Prefetto.

"Importante è anche il comportamento dei singoli. Bisogna che si metta in campo uno sforzo da parte di tutti. Più volte ho richiamato l'attenzione sulla necessità che gli esercenti effettuino controlli di loro competenza per non vendere alcolici ai minori. Altrettanto importante è riuscire a contemperare con uno spirito di comunità le esigenze dei giovani, degli esercenti e dei residenti. Spero che il periodo festivo allenti queste tensioni. Questa terra deve recuperare lo spirito di comunità per affermarsi, riprendere un ruolo più significativo e per lavorare sodo con il Pnrr e su progetti importanti come il raddoppio Napoli-Bari".

In merito all'esposto presentato da alcuni residenti del centro storico contro la movida e la musica alta, il Prefetto Spena afferma: "Si tratta di ordinanze e disposizioni di competenza del Comune. Noi interveniamo con le forze dell'ordine per garantire il rispetto degli orari. Auspico una maggiore tolleranza da parte dei residenti perchè si tratta di un periodo breve che arriva dopo due anni di silenzio. Quando le posizioni diventano così dure non si arriva a nulla. Mi auguro che residenti ed esercenti possano trovare un equilibrio migliore e la capacità di affrontare quest'estate" conclude.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza e movida, Spena: "Dopo due anni di silenzio auspico più comprensione da parte dei residenti"

AvellinoToday è in caricamento