Attualità

Violenza di genere e violenza sui minori: i risultati ottenuti dopo la firma del protocollo

Ben 26 gli enti aderenti

La Procura di Benevento nel 2017 ha intrapreso un'attività di ausilio nei confronti delle vittime vulnerabili, concretizzatasi con l'apertura, presso i propri uffici, dello Spazio Ascolto e l'accoglienza per le vittime vulnerabili e di violenza di genere, in collaborazione con la Cooperativa E.V.A. e il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Benevento. Tale progetto è stato implementato nel novembre 2018 con la convocazione di un Tavolo Tecnico Interistituzionale, con la finalità di coinvolgere tutti i soggetti pubblici e privati che si occupano delle vittime vulnerabili e di violenza di genere e di creare un luogo di confronto permanente tra essi per condividere le metodologie di approccio e strategie di intervento integrate. All' esito dei lavori del gruppo ristretto, individuato tra i referenti del tavolo tecnico, è stato elaborato un “Protocollo d'intesa per la prevenzione e il contrasto delle violenze nei confronti delle donne e dei minori, dei maltrattamenti in famiglia, degli atti persecutori, delle violenze sessuali, dello sfruttamento della prostituzione e dei reati spia della tratta degli esseri umani”, sottoscritto in data 11 ottobre 2019 da 26 Enti aderenti.

La motivazione principale alla base del protocollo firmato è la protezione da parte degli enti preposti, di tutte le vittime di maltrattamento, attraverso la condivisione di responsabilità, di piani d'intervento congiunti e condivisi, e l'uso di un linguaggio comune per la rilevazione degli indicatori di maltrattamento, la segnalazione, la protezione e gli interventi di cura. All'esito di un confronto, pur se “ a distanza" a causa dell'emergenza epidemiologica in atto, gli Enti aderenti hanno compiuto un altro concreto e decisivo passo nella direzione tracciata dal Protocollo, concordando e condividendo le linee operative che costituiranno parte integrante dello stesso. Le linee operative condivise hanno la finalità precipua di offrire alle operatrici e agli operatori impegnati in prima linea nella rete antiviolenza della Provincia di Benevento e del Distretto di Ariano Irpino, uno strumento concreto da cui poter trarre informazioni e indirizzi utili al fine di dare risposte tempestive ed efficaci, affinché ognuno, consapevole del proprio ruolo e delle proprie competenze, riesca a collaborare al meglio con gli altri servizi nell'accompagnamento delle donne e dei minori nei percorsi di uscita dalla violenza.

Esse si articolano in tre sezioni: la prima parte fornisce agli operatori indicazioni e suggerimenti operativi utili per rilevare gli indicatori di violenza, per riuscire ad approcciare la violenza "dichiarata" o ad aiutare l'emersione dal silenzio di quella "negata e nascosta dalla stessa vittima, ma percepita dall'operatore; la seconda parte riporta i diagrammi relativi all'attivazione della rete in base ai punti di accesso; la terza parte è costituita dalla mappatura delle strutture territoriali e dei servizi offerti, per essere un riferimento immediato, e da utilizzare per indicare alla persona vittima di violenza le possibili soluzioni e "vie di fuga". La violenza sui minori e la violenza di genere sono un fenomeno complesso ed estremamente diffuso che deve essere affrontato dall'intera comunità.

Nessun soggetto istituzionale, individuale o collettivo, è sufficiente da solo a rispondere ai bisogni di una donna o di un minore che si trova in un contesto di maltrattamenti. L'ulteriore obiettivo raggiunto della condivisione di linee operative, rafforza la consapevolezza della necessità di una "Rete di sicurezza" tra gli Enti e le istituzioni che a vario titolo intervengono nelle azioni di prevenzione e contrasto alla violenza, al fine di realizzare una reale sinergia tra gli interventi messi in atto allo scopo di prevenire, contrastare ed intervenire con prontezza e adeguatezza nelle situazioni di violenza.

Gli Enti aderenti sono di seguito elencati: Il Tribunale di Benevento, La Procura della Repubblica di Benevento. La Procura per i Minorenni di Napoli, La Prefettura di Benevento, La Questura di Benevento, La Questura di Avellino, Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Benevento, Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, Il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Benevento L'Azienda Sanitaria Locale BN1, L'Azienda Ospedaliera S. Pio di Benevento, L'Ospedale del Sacro Cuore di Gesù - Fatebenefratelli di Benevento, L'Azienda Sanitaria Locale AV, L'Ufficio VIII - Ambito territoriale per la provincia di Benevento-Ufficio Scolastico Regionale per la Campania - MIUR L'Ufficio VII - Ambito territoriale per la provincia di Avellino-Ufficio Scolastico Regionale per la Campania - MIUR L'Università degli Studi del Sannio, L'Università Giustino Fortunato, L'Ambito territoriale B1 Benevento, L'Ambito territoriale B2 S. Giorgio del Sannio, L'Ambito territoriale B3 Montesarchio, L'Ambito Territoriale B4 Cerreto Sannita, L'Ambito territoriale B5 Morcone, L'Ambito territoriale A1 Ariano Irpino, La Cooperativa Sociale EVA, L'Osservatorio sul fenomeno della violenza sulle donne del Consiglio regionale della Campania,

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza di genere e violenza sui minori: i risultati ottenuti dopo la firma del protocollo

AvellinoToday è in caricamento