Sabato, 15 Maggio 2021
Attualità

L'incubo Covid sui ristoranti del serinese, Grasso: "Non siamo zona rossa"

Prenotazioni annullate, il titolare di Paninoteca 141 rassicura: "Rispettiamo tutte le norme anti-Covid"

Più di 90 disdette da giovedì a domenica nella paninoteca di Maurizio Grasso a San Michele di Serino. Una situazione allarmante che grava sull'economia dell'intera ristorazione del serinese a causa della paura alimentata dai casi di Covid riscontrati a San Michele di Serino, Santa Lucia di Serino e Serino. Numeri che preoccupano amministratori e autorità sanitaria locale, ma che vengono tenuti sotto strettissimo controllo da Prefettura e Autorità regionale. 

Per questo Grasso ritiene opportuno lanciare un segnale e un invito a non alimentare tensioni ingiustificate.

"Qualcuno ha subito gridato alla zona rossa, voglio rassicurare tutti che non è così. All'uscita di Serino sulla provinciale in direzione San Michele di Serino ci sono dei lavori in corso, ma il paese non è chiuso c'è solo una deviazione obbligata per accedervi. Sicuramente dobbiamo tenere alta l'attenzione, ma non è giusto procurare falsi allarmismi". 

Grasso, titolare di Paninoteca 141, punto di riferimento di famiglie e giovani da tutta la Campania ha registrato un calo vertiginoso delle prenotazioni nell'ultima settimana. Un dato emerso anche nelle altre attività commerciali del serinese. 

"Io vorrei rassicurare i miei clienti che da Paninoteca 141 si rispettano tutte le norme anti covid. Ho ridotto al minimo i coperti e da sempre ci riconoscono massima igiene e professionalità. I noltre io stesso dopo la notizia dei casi positivi riscontrati nel mio comune mi sono sincerato della reale situazione e mi hanno assicurato che si tratta di casi da contatto, isolati ad un unico nucleo familiare già in isolamento da giorni. Il sindaco per zelo provvederà a sanificare di nuovo l'intero paese e anche noi  provvederemo a rafforzare le misure di prevenzione  gia obbligatorie come da ordinanza emessa dalla Regione".

Per il momento sono diciassette i contagi nel Serinese, a cui bisogna sommare il caso di Montoro. L'Asl sta continuando l'attività di monitoraggio con l'effettuazione di tamponi a tutti i potenziali contatti, anche non stretti, e a soggetti considerati a rischio di contagio. Ad oggi nell'Alta Valle del Sabato dopo una settimana non si sono riscontrate nuove positività. Si attendono i risultati degli ultimi tamponi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incubo Covid sui ristoranti del serinese, Grasso: "Non siamo zona rossa"

AvellinoToday è in caricamento