menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palestre, centri danza e piscine riaperti entro fine gennaio, per gli stadi si dovrà ancora attendere

Il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, traccia un possibile scenario: "Tutto dipenderà dall'andamento dei contagi, ma l'apertura di palestre e piscine a fine gennaio è obiettivo plausibile. Escludo tifosi allo stadio"

L'inizio del 2021 riserverà qualche sorpresa agli amanti dello sport? E' ancora presto per pronunziare sentenze definitive ma, stando alle parole del Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, già dalla fine di gennaio 2021, potrebbero verificarsi importanti novità.

"Riapertura di palestre e piscine per fine gennaio, tutto dipenderà dai contagi"

Il ministro, intervenuto oggi nella trasmissione Agorà, in onda su Rai Tre, ha espresso il suo parere: "Stiamo lavorando con il Cts costantemente per permettere una riapertura in sicurezza. Abbiamo già concesso un fondo perduto a tutti quei soggetti, associazioni o società sportive che hanno speso soldi per le loro attività. Ritengo che l'obiettivo debba essere la riapertura, entro fine gennaio, di palestre, centri danza e piscine, un obiettivo anche raggiungibile. Dobbiamo però vedere i dati nei primi di gennaio".

Tanta fiducia anche sulla riapertura degli impianti sciistici: "L'apertura degli impianti dipenderà molto dai dati che avremo nei prossimi giorni. Io mi auguro che tutto questo possa accadere prima del 7 febbraio, in occasione dei Mondiali di Sci, primo grande evento dell'anno che verrà ospitato nel nostro Paese".

Sugli stadi: "Escludo che a fine gennaio possano essere riaperti"

Sulla questione stadi, invece, Spadafora è stato categorico: "Tendo ad escludere che per fine gennaio vi sarà una riapertura degli stadi, per un motivo molto semplice: come Governo, dobbiamo decidere una scala di priorità. Significa gestire una macchina che, in questo momento, non è prioritaria rispetto ad altri sistemi, come la scuola o il tessuto industriale del nostro Paese. Spero che, quanto prima, i tifosi possano tornare allo stadio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È in Campania "zona gialla" che si tradisce di più: i dati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento