rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Attualità

Posta di Libero e Virgilio ancora fuori servizio: quali risarcimenti per gli utenti?

Altroconsumo ha inviato una diffida al provider Italiaonline per chiedere un ristoro economico per i disagi patiti dagli utenti

La Posta di Libero e Virgilio è ancora fuori servizio. Il blackout dei due portali storici dei servizi online italiani dura ormai da oltre tre giorni e non si è del tutto risolto. A pagarne le conseguenze sono stati circa nove milioni di italiani. La risoluzione, però, dovrebbe essere vicina perchè è in corso il ripristino del servizio per tutti gli account Virgilio e Libero Mail, garantendo l'assoluta integrità dei dati.

Colpa di un bug del sistema operativo

Il problema, riscontrato dagli utenti già a partire da domenica sera, sembra sia stato causato da un bug del sistema operativo nel nuovo servizio di archiviazione delle email fornito da un'azienda terza. Esclusa l’ipotesi che sia stato un attacco hacker. 

"Come abbiamo avuto modo di comunicare ai nostri utenti in queste ore, in 25 anni di servizio fedele agli italiani, non ci è mai successo di restare off-line per così tanto tempo - avevano spiegato da Italiaonline - abbiamo letto tutti i messaggi comparsi sui social network e compreso perfettamente i disagi arrecati. Sappiamo che milioni di italiani contano su di noi per comunicare e questo ci sta dando la spinta per lavorare giorno e notte per risolvere il problema il più velocemente possibile. Non possiamo che scusarci e ringraziarvi per la pazienza e la fiducia".

Altroconsumo invia diffida al provider Italiaonline

Altroconsumo, intanto, ha inviato una diffida al provider Italiaonline per chiedere "oltre alla riattivazione immediata del servizio e alla garanzia che siano state attivate le misure necessarie per tutelate i dati personali degli utenti coinvolti, che venga anche prevista per i clienti Libero Mail e Virgilio Mail una forma di ristoro a titolo di risarcimento, per il mancato utilizzo del servizio di email di questi giorni; è vero che in molti casi si tratta di un servizio gratuito ma resta comunque il diritto dei consumatori ad avere servizi adeguati, anche perché l’attività è di certo remunerativa per Italiaonline i cui guadagni sono collegati ai messaggi pubblicitari che veicola anche nel servizio di email".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posta di Libero e Virgilio ancora fuori servizio: quali risarcimenti per gli utenti?

AvellinoToday è in caricamento