rotate-mobile
Attualità

Panificatori irpini in crisi, assemblea presso Confcommercio: "Non vogliamo vendere il pane a 10 euro"

L'incontro in via De Renzi, dove ha partecipato anche il Presidente regionale di categoria in Campania, Domenico Filosa

Si mobilitano i panificatori irpini, in crisi per il rincaro dei prezzi delle materie prime e dei costi energetici. Presso la sede di Confcommercio Campania Distretto di Avellino, ha avuto luogo un incontro con i panificatori della Provincia di Avellino per discutere dei rincari che hanno di fatto messo in ginocchio l’intero comparto dei panificatori irpini e campani ora in una situazione di crisi.

All'incontro, considerata l’emergenza esistente, erano presenti anche il Presidente regionale dei panificatori Confcommercio Campania, Domenico Filosa, e il Presidente dei panificatori di Confcommercio Campania Distretto di Salerno.

"Chiediamo ammortizzatori sociali"

"Purtroppo è evidente che qualcuno stia speculando. Noi siamo costretti ad aumentare i prezzi per scongiurare chiusure", dichiara Filosa. "Anche le farine sono aumentate del 40% e non accennano a diminuire. Noi siamo piccoli artigiani e, senza dubbio, non potremo sostenere simili costi. Sicuramente non possiamo portare il pane a 10 euro al chilo come succede al Nord. A questo punto non possiamo fare altro che chiedere degli ammortizzatori sociali. Il pane, ormai, ha raggiunto i tre euro e chi non di adatterà a queste cifre è destinato a chiudere", conclude. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panificatori irpini in crisi, assemblea presso Confcommercio: "Non vogliamo vendere il pane a 10 euro"

AvellinoToday è in caricamento