Piano Antismog, ecco quando tornerà in vigore ad Avellino e negli altri Comuni

Si prevedono 6 mesi di grandi difficoltà

A seguito del protocollo di intesa firmato nella giornata di ieri in Prefettura, entra in vigore, nel capoluogo irpino,  il piano antismog. Il patto in auge, oltre ad Avellino, coinvolge i seguenti comuni:

  • Atripalda,
  • Mercogliano,
  • Monteforte,
  • Montefredane,
  • Manocalzati,
  • Aiello,
  • Capriglia,
  • Contrada,
  • Grottolella,
  • Ospedaletto,
  • Summonte.

Ad Avellino, dal 1°novembre 2019 al 15 aprile 2020, invece, sarà stituito il divieto di circolazione per i veicoli diesel euro 0, 1, 2 e 3 e benzina euro 0, 1 e 2, dalle 8 alle 20, nel centro urbano; a prescindere dagli sforamenti. Anche i motocicli euro 0 rispetteranno le stesse regole.  

Ad Avellino, le regole si inaspriranno progressivamente

Al quinto sforamento, parte il divieto di circolazione di tutti i veicoli con motore a combustione per 6 domeniche consecutive successive. A seguito di 15, invece, il divieto di circolazione viene esteso, per almeno 60 giorni, nei feriali, dalle 9 alle 19, anche agli altri mezzi, comprese auto euro 6 e moto euro 4, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19 con targhe alterne. Di domenica, poi, la circolazione è inibita a tutti i mezzi con motore a combustione dalle 8 alle 20. In linea con la condotta che il capoluogo sta già osservando, se nei 30 giorni successivi all'adozione del provvedimento non si verificano sforamenti, o nei due mesi successivi non se ne verificano più di 5, verrà sospeso e rientrerà in vigore il precedente divieto, ovvero quello che va dal primo novembre al 15 aprile. Altrimenti, la restrizione sarà prolungata per altri 60 giorni. 

Misure antismog anche per  gli altri Comuni

Per i Comuni di Fascia B, invece, le restrizioni partono solo al trentacinquesimo sforamento. Il divieto di circolazione dei veicoli diesel euro 0, 1, 2 e 3, benzina euro 0, 1 e 2, ed ai ciclomotori euro 0 e 1, sarà decretato fino alla fine dell'anno solare, nei feriali. Per gli altri mezzi a motore, ecco le targhe alterne, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19. Nelle domeniche, stop a tutti i veicoli a combustione dalle 8 alle 20.

Restrizioni pure per il riscaldamento

Previste restrizioni anche per il riscaldamento. L’accensione degli impianti, infatti, viene ridotta di 2 ore e non potrà superare le 10 complessive, tranne che negli ospedali, nelle case di cura, nelle scuole, e nelle attività industriali o artigianali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questione abbruscamenti

Le restrizoni, ovviamente, riguardano anche gli abbruscamenti, vietati tutto l’anno, ad Avellino, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 16.  Mentre, ad Atripalda, Mercogliano, Montefredane, Manocalzati, Aiello del Sabato e Summonte, saranno vietati dal mercoledì al sabato. Dal martedì al sabato, infine, niente abbruciamenti a Monteforte, Capriglia, Contrada, Grottolella e Ospedaletto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 55enne di Mercogliano asintomatica aveva avuto contatti con alcuni commercianti

  • Shock a Mercogliano, spari contro un'auto con quattro giovani a bordo

  • Ennesima tragedia della solitudine, donna si toglie la vita gettandosi dal balcone

  • Miracolo a Solofra: i medici dell'Ospedale Landolfi salvano giovane madre

  • De Luca contro il Governo: "Decisioni irresponsabili, dopo otto secoli ha ridato vita agli esercizi spirituali"

  • Nuovo Clan Partenio, ecco chi sono i tre nuovi indagati

Torna su
AvellinoToday è in caricamento