menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Luca pronto a riaprire anche i ristoranti, ma l'indice di positività è in rialzo

L'indice di positività ha raggiunto il 14,63% con 1.386 casi rispetto al 10,75% precedente ma con un minor numero di tamponi molecolari

Per il governatore Vincenzo De Luca, la Campania si avvia già dalla prossima settimana al passaggio alla zona arancione e presto anche ad una riapertura dei locali fino a tarda sera purché si rispettino le regole e si evitino gli assembramenti. Buone notizie sicuramente per l'economia regionale fortemente vessata da quasi sei settimane di zona rossa e mesi di chiusura per la ristorazione. Ma dall'altra parte non si può nascondere che in Campania è in forte rialzo l'indice di positività. Ha raggiunto, infatti, il 14,63% con 1.386 casi rispetto al 10,75% precedente ma con un minor numero di tamponi molecolari (9.473 rispetto ai 17.231 del dato precedente). Secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione i sintomatici sono 499 nelle ultime 24 ore Le persone decedute sono 43 e 1.828 le persone guarite.

In merito alla situazione degli ospedali, calano i posti di terapia intensiva occupati (136 rispetto a 145) mentre quelli in degenza aumentano (oggi 1.594, in precedenza 1.569).

Le dichiarazioni del presidente De Luca a Benevento

De Luca a Benevento si è lanciato in possibili ipotesi di riapertura di ristoranti e attività economiche. Convinto che la settimana prossima la Campania potrà sperare nella zona arancione ha dichiarato:

"Noi oggi siamo in zona rossa e la zona rossa è fissata con criteri abbastanza demenziali. Sono passati in zona arancione regioni come la Lombardia, che ha 4 volte più ricoveri in terapia intensiva rispetto alla Campania, l'Emilia-Romagna che ha più del doppio dei ricoveri in terapia intensiva con 1,3 milioni di abitanti in meno della Campania, il Veneto 900mila abitanti in meno e il doppio di terapie intensive".

Il presidente si è poi sbilanciato sulle regole per la riapertura dei ristoranti:

"Noi dobbiamo avere un limite che è quello della movida notturna. Non possiamo scherzare: a mezzanotte tutti a casa. Decidiamo la prossima settimana anche gli orari di apertura, soprattutto per i ristoranti per il servizio serale perché è evidente che il grosso dell'attività avviene di sera e non a pranzo. Anche lì dobbiamo definire un orario: 11,30 di sera o mezzanotte finisce l'attività di ristorazione ma l'importante è che dopo tutti vadano a casa perché se abbiamo migliaia di persone in mezzo alla strada nei fine settimana noi nel giro di due settimane torniamo in zona rossa. Su questo dobbiamo essere tutti responsabili".

Infine ha riaperto la questione tessera di avvenuta vaccinazione:

"Faremo un'ordinanza per dire che chi ha la tessera di avvenuta vaccinazione può andare al ristorante senza limitazione. Questo passaggio richiede però ancora qualche settimana". 

Gli ultimi dati della fondazione Gimbe

Nella settimana 31 marzo-6 aprile la Regione Campania ha registrato un incremento percentuale dei casi totali di contagio da SARS-CoV-2 del 3,7%.

Negli ultimi 14 giorni ( 24 marzo-6 aprile) si rileva un'incidenza di 445 casi positivi per 100.000 abitanti.

Incremento assoluto dei casi di Covid-19

Grafici

Il grafico illustra i nuovi casi giornalieri di infezione da Coronavirus in Campania dall'inizio dell'epidemia.

La relazione tra incidenza per 100.000 abitanti e incremento percentuale dei casi

Il grafico illustra il posizionamento delle Province campane (Avellino, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno) in relazione alle medie regionali di incidenza per 100.000 abitanti delle ultime 2 settimane (23 marzo - 6 aprile) e dell'incremento percentuale dei casi (30 marzo - 6 aprile). Il valore regionale dell'incidenza per 100.000 abitanti nelle ultime 2 settimane (23 marzo - 6 aprile) è superiore a quello delle singole Province in quanto include i casi classificati "Fuori Regione" non riconducibili ad alcuna Provincia.

Grafico

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento