Covid, verso il nuovo Dpcm: divieto di feste private, fine del doppio tampone

Speranza: "Lavoreremo con le forze dell'ordine per far rispettare le norme"

Salgono i contagi e il Governo cerca di correre ai ripari con nuove misure anti-Covid che dovrebbero entrare il vigore dal 15 ottobre. Ieri a Che Tempo che fa il ministro della Salute Roberto Speranza ha spiegato che le norme in arrivo sono "nazionali" e le Regioni potranno agire su norme più restrittive. 

Quando arriverà il nuovo Dpcm?

Il nuovo decreto, inizialmente previsto per il 15 ottobre, potrebbe essere varato anche prima: forse già lunedì 12, ma più probabilmente martedì 13, data la convocazione per lunedì della cabina di regia Governo-Regioni.

Divieto di feste private e pubbliche 

Non un tetto massimo di partecipanti, ma il divieto totale di feste e banchetti. È questa l'ipotesi al varo del governo. 

«Io ho proposto di vietare le feste, anche private», ha detto il ministro Speranza parlando a Che tempo che fa su Rai3. Nonostante i controlli, difficili nelle case private, secondo il Ministro della Salute «quando c'è una norma va rispettata. Lavoreremo anche con le forze dell'ordine per verificare che la norma venga rispettata. Ma non sono i controlli che ci hanno permesso di piegare la curva nei giorni più difficili, ma i comportamenti delle persone».

Smart Working 

 Il governo starebbe poi valutando l'ipotesi di incentivare, portandolo al 70%, il ricorso allo smart working per la pubblica amministrazione

Mascherine tra non conviventi

L'esecutivo intende anche insistere con una campagna di forte raccomandazione a favore dell'uso delle mascherine per i non conviventi, anche all'interno delle case. Secondo il ministro Speranza, il 75% dei contagi avviene nelle relazioni familiari: "Si abbassa la guardia e ci si toglie la mascherina"

Esenti dalla mascherina solo chi fa sport 

Il Viminale ha chiarito con una circolare i dubbi sull'obbligo di indossare mascherine all'aperto. È esentato dall'obbligo di indossare la mascherina all'aperto solo chi fa sport, mentre chi svolge "attività motoria" deve indossarla. 

"Per attività motoria deve intendersi la mera passeggiata e non la corsa, anche quella svolta con finalità amatoriali, in quanto riconducibile ad attività sportiva", ha sottolineato il Viminale

Sport amatoriale da contatto

I componenti del Comitato tecnico scientifico avevano già chiesto al governo di intervenire per limitare gli sport da contatto a livello amatoriale. Il governo sembrerebbe orientato ora a seguire il consiglio, vietando calcetto, basket e altri sport (ripetiamo: a livello amatoriale).

No a nuovo lockdown 

Il governo esclude nuovi lockdown generali, come a marzo. "Non ci sono le condizioni per nessun lockdown nazionale per nessun territorio", ha detto Speranza

Che cosa cambierà per i locali?

Il governatore vorrebbe imporre la chiusura di bar, locali e ristoranti entro le 24 (in Campania il limite è già alle 23.00, eccetto il venerdì e il sabato alle 24.00) e vietare ai cittadini di sostare davanti agli stessi locali dalle 21 alle 6. In altre parole: si potrà andare al bar o in un pub, ma non si potrà bere all’esterno del locale, se non seduti a un tavolino. Su questo, nei giorni scorsi, ci sono state prevedibili resistenze sia da parte delle associazioni di categoria che dei governatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cambiano le regole regole sull'isolamento fiduciario

Mentre attualmente chi è stato a contatto stretto con un positivo deve rimanere in isolamento per 14 giorni, a partire dal recepimento delle indicazioni del Cts in una ordinanza del ministero della Salute l'isolamento sarà per 10 giorni. Inoltre se ora, per «uscire dalla malattia», serve un doppio tampone negativo, dal varo del Dpcm ne basterà uno solo. Infine per gli asintomatici che non si negativizzano dopo 21 giorni saran liberi. Dal Cts è arrivato anche il via libera ai test rapidi (ritenuti affidabili al 95%) che potranno essere effettuati da medici di base e pediatri, sottoponendo poi al tampone soltanto chi risulta positivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scatta il nuovo Dpcm: ecco cosa si può fare dopo le 18.00

  • Autocertificazione, ecco il nuovo modulo da scaricare

  • Mentre a Napoli monta la rivolta, Avellino si svuota alle 23.00

  • In Campania divieto di andare nelle seconde case, ma ok agli spostamenti regionali

  • Carmela Faggiano è stata ritrovata

  • Coronavirus, pizzeria avellinese chiude in via precauzionale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento