Attualità

Covid, il Natale sarà "blindato": sarà caccia ai veglioni abusivi

Il piano del Viminale

Nel corso della presentazione del nuovo Dpcm che regola le festività natilizie, il premier Giuseppe Conte ha raccomandato agli italiani di trascorrere questo periodo senza organizzare veglioni e cene in famiglia. La stretta decisa dal Governo è orientata ad evitare non solo l'impennata dei contagi, ma anche una possibile terza ondata. Intanto il Viminale ha messo a punto un piano per garantire il rispetto delle regole, con l'uso di droni e l'insediamento di posti di blocco.

Intensificati i posti di blocco

Durante il lockdown totale di marzo, le forze dell'ordine hanno avuto già modo di provare come tenere sotto controllo le arterie stradali principali. Tanti sono stati i posti di blocco sulle autostrade, ma anche ai varchi aeroportuali e ferroviari, con una grande attenzione ai treni di lunga percorrenza. Ciò accadrà anche per le prossime festività, con l'aggiunta di controlli eseguiti con diversi droni. Senza dimenticare che il Viminale ha annunciato ai prefetti che sarà a loro disposizione una task force alla quale si aggiungeranno i soldati dell'Esercito.

Massima attenzione ai controlli abusivi

Se, in generale, c'è l'idea che non dovrebbero esserci grossi problemi e che tutti dovrebbero rispettare il nuovo Dpcm, non manca la prudenza da parte del Ministero dell'Interno che vuole scongiurare - ad esempio, nell'ultima notte dell'anno - l'organizzazione di veglioni abusivi. Pertanto, le forze dell'ordine presiederanno le città e località turistiche, con particolare attenzione a quelle mete che ospitano le seconde case. Ma non è tutto. Il Viminale, infatti, lascia libertà ai sindaci di decidere la chiusura di vie e piazze, proprio per evitare dannosi assembramenti.

Tutto esaurito per il "grande esodo"

In questo ampio scenario, infine, si collocano gli italiani "fuori sede" che dovranno ritornare a casa entro il 20 dicembre, così come disposto dal nuovo Dpcm (salvo nuove decisioni), e che si preparano quindi al grande esodo. Dopo la diffusione del Dpcm di ieri, è stato registrato il tutto esaurito su diversi treni e autobus, soprattutto diretti al Sud. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, il Natale sarà "blindato": sarà caccia ai veglioni abusivi

AvellinoToday è in caricamento