menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, a rischio le spiagge libere in Campania: c'è l'ok per i lidi

Confronto con De Luca per capire il futuro delle vacanze in Campania

Gli stabilimenti balneari potranno iniziare il montaggio di tutte le attrezzature già dal 4 maggio. A comunicarlo il Sib, il sindacato dei balneatori che ieri si è confrontato col Governatore della Campania, Vincenzo De Luca. 

Resta invece l'incognita spiagge libere che inizialmente si era pensato di chiudere alla balneazione. Ma per i Verdi non è una soluzione equa. 

Le spiagge devono restare aperte

"Chiudere le spiagge libere ci sembra alquanto esagerato anche perché significherebbe rinunciare completamente al mare per chi non può permettersi l’accesso ad un lido privato o una barca, per questo ci batteremo fino in fondo affinché restino aperte, magari controllate dal personale comunale che possa far si che vengano rispettati i protocolli di sicurezza.” Dichiara il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

Misure solidali

Nel caso in cui ci fossero esigenze istituzionali di restrizioni dei tratti di spiaggia libera, fiba confesercenti sta già studiando e concertando possibili promozioni dedicate alle famiglie, tariffe solidali e sostenibili perché il mare e la spiaggia devono essere per tutti.

“Nel caso in cui cui ci fossero esigenze istituzionali di restrizioni dei tratti di spiaggia libera, Fiba Confesercenti sta già studiando e concertando possibili promozioni dedicate alle famiglie con tariffe solidali e sostenibili perché il mare e la spiaggia devono essere per tutti ma in ogni caso per quanto ci riguarda cercheremo in tutti i modi di far aprire le spiagge pubbliche".

Lavori dal 4 maggio 

Intanto rntro 48 ore saranno emanate le disposizioni del ministero della salute che dovranno essere messe in atto dao proprietari dei lidi balneari. Naturalmente per l’inizio del montaggio si dovranno rispettare le prescrizioni già in atto cioè indossare guanti, mascherine e naturalmente,  quando è possibile rispettare le distanze di sicurezza tra i lavoratori. In generale per gli stabilimenti balneari saranno valide le stesse regole che venderanno applicate nei cantieri edili, quindi anche la misurazione della temperatura ai lavoratori impegnati nell’installazione delle attrezzature.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento