menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus ad Avellino, Festa: "Chiuse le superiori per un motivo sostanziale, a fine febbraio partirà la campagna vaccinale"

Ecco le dichiarazioni del sindaco di Avellino nel corso della videodiretta odierna

Nel corso della videodiretta di oggi, il sindaco di Avellino Gianluca Festa ha parlato del recente provvedimento intrapreso dal primo cittadino, volto a prorogare per altri sette giorni la chiusura degli istituti di scuola secondaria di secondo grado del capoluogo irpino, della campagna vaccinale anti Covid e di novità riguardanti la ripresa dei lavori in Piazza Castello.

Sull'ultima ordinanza: "Ecco perché ho deciso di tenere chiuse solo le superiori"

Ecco le dichiarazioni del primo cittadino in merito alla scuola: "Dall'ascolto, dal confronto e dalle spiegazioni che ho potuto fornire in questi giorni, se ne esce maggiormente arricchiti, arrivando a conoscere anche meglio la norma e le motivazioni che possono portare ad alcune scelte, piuttosto che a evitarne altre. Su questa scelta c'è un motivo sostanziale: innanzitutto, le scuole dell'infanzia, elementari e medie sono frequentate, per la maggior parte, dalla popolazione cittadina. Il Tar ha sospeso, a dicembre, una mia ordinanza, sostenendo che quelle condizioni da me imposte non riuscivano a essere sufficienti per giustificare una chiusura delle scuole che andava contro la norma nazionale. Poi, in qualche modo, sono riuscito a tenerle chiuse, ma comunque il Tar ha impugnato l'ordinanza del Governatore De Luca. Dobbiamo auspicare che non ci siano le condizioni tali da indurmi a chiudere le scuole: in tal caso, significherebbe che il numero di contagi riesca a mantenersi su cifre basse".

Per quanto riguarda le superiori, invece, la situazione è un po' diversa: "La popolazione che frequenta le scuole secondarie di secondo grado è composta da un 70% di studenti che provengono dagli altri comuni. Io non so che cosa accade negli altri comuni ed è per questo che, in attesa che venga effettuato uno screening sul personale docente, sul personale Ata e sugli studenti, non posso mettere a rischio il grande lavoro che ha fatto la mia comunità. Con grande sacrificio, affrontando anche tante privazioni, ci siamo comportati bene in questi mesi. Ho raccolto dubbi e perplessità che comprendo, ma anche i genitori hanno compreso le mie motivazioni. Dobbiamo fare i conti con la realtà che stiamo vivendo. Fino a quando non avrò la certezza che le superiori ritorneranno in aula in sicurezza, io non le aprirò".

Sulla campagna vaccinale: "A fine febbraio partiremo al Campo Coni"

E, per quanto riguarda la campagna vaccinale: "Ho tenuto una riunione con la Direttrice dell'Asl, Maria Morgante. Posso confermare che, entro il 20 febbraio, dovremmo partire con la somministrazione dei vaccini. Sfrutteremo la tendostruttura del Campo Coni, in quanto è dotata di tutte le strutture richieste. Speriamo che si possa passare quanto prima alla vaccinazione di tutta la popolazione avellinese: in tal caso, valuteremo anche la possibilità di predisporre altre strutture. Nel frattempo, partiremo dal Campo Coni e con gli over 80. Finalmente, abbiamo trovato l'arma per sconfiggere questo virus e speriamo che, nel breve periodo, quest'arma possa essere fornita a tutta la comunità avellinese".

L'avvio della campagna vaccinale anti Covid affiancherà l'attività di prevenzione a Campo Genova che continuerà a tutto spiano: "Abbiamo anticipato questo lavoro di screening già da tempo. Voglio ringraziare tutti i consiglieri e tutti gli operatori che, al freddo e al gelo, stanno effettuando test e tamponi. Siamo stati l'unico capoluogo di provincia d'Italia e, ribadisco, l'unico a fornire questo servizio gratuitamente alla comunità".

Su Piazza Castello: "Oggi il dissequestro, a breve riconsegneremo quest'area alla città"

Il sindaco ha, infine, comunicato aggiornamenti relativi ai lavori in Piazza Castello: "E' avvenuto oggi il dissequestro dell'area antistante il Castello e, a breve, completeremo i lavori. Finalmente, questa zona verrà riconsegnata alla città dopo più di otto anni. Un risultato concreto ottenuto da quest'amministrazione che, con grande soddisfazione, guido".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento