rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

Comune di Montemiletto - Mo.Se. - Alto Calore Servizi: "Non sarà un incontro “neutro”, ma un incontro di politicamente diparte”

Proposta Concreta Montemiletto: "Spesso, quando la verità viene a galla, qualcuno ci affoga dentro insieme alle proprie bugie"

COMUNE DI MONTEMILETTO c/ Alto Calore Servizi

Spesso, quando la verità viene a galla, qualcuno ci affoga dentro insieme alle proprie bugie (cit.)

Con un post, finalmente e’ stato spudoratamente ammesso che l’incontro pubblico organizzato dal Circolo del Partito Democratico di Montemiletto sulla complessa vicenda pendente da anni tra Comune di Montemiletto - Mo.Se. - Alto Calore Servizi non sarà un incontro “neutro”, ma un incontro di “parte”,“POLITICAMENTE DI PARTE”, ovvero di un “partito”, quello del PD, che ha giocato un ruolo fondamentale nell’intera vicenda sin dal primo giorno.

Per le scelte operate, infatti, si e’ scelto di amministrare in modo scellerato dimostrando di fatto di perseguire gli obiettivi del proprio partito di appartenenza anziché amministrare e prendere politicamente decisioni che difendessero gli interessi dei cittadini di Montemiletto e della propria Comunità.

Pertanto, ora più che mai, e’ evidente che da questo incontro non emergerà nessuna VERITÀ e non ci sarà nessuna lettura oggettiva e serena dei i fatti così come si sono evoluti in tutti questi anni.

Inoltre, a rendere ancora più singolare l’uscita infelice del segretario del “circolo”, vi e’ l’assurda affermazione che “una questione del genere sarebbe potuta essere trattata in un luogo istituzionalmente neutro, un Consiglio comunale monotematico, ad esempio”.

Ebbene, forse si gioca o si finge a non voler ammettere che l’intento della Commissione di Indagine voluta nuovamente dall’attuale amministrazione e’ proprio di portare in discussione l’intera vicenda in Consiglio comunale.

Senza dimenticare che già il precedente Consiglio comunale aveva deliberato l’istituzione della Commissione di Indagine i cui lavori, arrivati quasi a conclusione, sono stati “magicamente” interrotti a causa dello scioglimento del Consiglio Comunale dettato dalla sfiducia, con l’obiettivo di non dare alla Comunità alcuna verità in merito all’accertamento di eventuali responsabilità in ordine ai fatti accaduti.

Ora, che la Commissione e’ stata nuovamente istituita, anche rendendo conto dell’appello presentato da parte dell’Alto Calore contro la sentenza resa dal Tribunale di Avellino, ritornando in discussione i circa € 2.400.000,00, il Consigliere Agostino Frongillo, designato quale Presidente, non avvia ancora i lavori, anzi addirittura e’ stato diffidato ad avviarli, dimostrando una totale assenza di confronto democratico e soprattutto la volontà di non lavorare e condividere posizioni nell’interesse esclusivo della Comunità che si rappresenta.

Con l’auspicio che si lavori per mettere fine a questa vicenda, e’ chiaro che a qualcuno e’ rimasto ormai veramente solo il compito di poter “narrare” attività portate avanti da altri in Consiglio comunale, avendo sprecato l’occasione di avere un ruolo che in modo istituzionale, da Consigliere comunale, mettesse definitivamente la parola fine ad una brutta storia che ha prodotto solo danni per i cittadini e di cui il nostro Comune e’ stato solo vittima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Montemiletto - Mo.Se. - Alto Calore Servizi: "Non sarà un incontro “neutro”, ma un incontro di politicamente diparte”

AvellinoToday è in caricamento