menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Codacons diffida De Luca, Festa e gli altri sindaci campani: devono riaprire le scuole

“C’è una povertà educativa allarmante, bisogna riaprirle come imposto dal Dpcm”

Il Codacons Campania diffida la Regione Campania, nella persona del presidente Vincenzo De Luca, e ai sindaci dei cinque comuni capoluogo della Regione per la mancata riapertura delle scuole.

L'organismo ha intenzione di essere capofila per avviare una battaglia legale con la richiesta anche di possibili azioni di risarcimento danni. 

La diffida al Presidente della Regione Campania e ai cinque sindaci dei capoluoghi di provincia è stata inoltrata questa mattina. L’Avv. Matteo Marchetti, Vicesegretario Nazionale, dichiara:

"Il DPCM del 03/12/2020 è chiaro, si sarebbero dovute riaprire le scuole fino alla terza media dal 9/12/2020R mentre dal 7/01/2020 dovranno essere le secondarie di II° grado ad aprire mantenendo una piccola percentuale in dad. Nel caso in cui le scuole non dovessero riaprire si adirà l’autorità giudiziaria competente unitamente a tutti colori che già numerosissimi hanno risposto ai nostri appelli.

Questa è una battaglia di civiltà, siamo l’unica regione d’Europa a non aver mandato i propri figli a scuola, tra l’altro una regione che ha una povertà educativa così alta da raggiungere livelli allarmanti. Ma la cosa ancora più grave è che i nostri ragazzi stanno subendo per decisioni sbagliate un danno enorme alla loro formazione forse incolmabile nei confronti di studenti delle altre realtà regionali”

L’associazione invita a scrivere all’indirizzo codacons.campania@gmail.com per partecipare, in primo luogo alla diffida, poi all’eventuale ricorso al Tar lì dove ce ne fosse bisogno, per azioni risarcitorie specifiche o collettive.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento