rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Attualità

Bollette e tasse alle stelle, faccia a faccia tra il sindaco Festa e i commercianti

Il primo cittadino: "Ci confronteremo con Assoservizi per agevolazioni sulla Tari"

Dopo la manifestazione dei negozianti di giovedì scorso davanti alla Chiesa di San Ciro e la protesta pacifica dei panificatori di venerdì mattina davanti alla Prefettura, oggi una rappresentanza di commercianti irpini ha incontrato il sindaco di Avellino Gianluca Festa e il vicesindaco nonché assessore al commercio Laura Nargi. Un confronto, quello tenutosi a Palazzo di Città, sulle problematiche degli ultimi mesi dovute ai rincari di luce, gas e materie prime e sulle possibili soluzioni che l'amministrazione comunale potrebbe mettere in campo per cercare, almeno in minima parte, di risollevare le sorti di tante persone costrette a fare i conti con debiti, bollette e tasse sempre più salate, tagli del personale e il rischio di chiudere le attività, grazie alla quale mandano avanti le proprie famiglie.

Bollette e tasse alle stelle, faccia a faccia tra il sindaco Festa e i commercianti a Palazzo di Città (Foto di Vinicio Marchetti)

"Voglio confermare la grande collaborazione e sinergia che sono emerse andando tutti nella stessa direzione - dichiara il primo cittadino di Avellino a margine dell'incontro odierno - siamo consapevoli dell'enorme difficoltà che sta vivendo questo settore e, in generale, tutta la comunità. Il Comune ha condiviso l'esigenza di interfacciarci con Assoservizi per verificare ed individuare una forma di sostegno relativa alla Tari".

Venerdì 14 ottobre corteo contro i rincari

Dopo il confronto di oggi, i negozianti sono pronti a continuare la loro battaglia contro il caro bollette e, con il sostegno dell'amministrazione comunale, hanno organizzato un corteo pacifico per venerdì 14 ottobre 2022, che partirà dal piazzale antistante la Chiesa di San Ciro a Viale Italia. "Il corteo è stato pensato per dare voce al disagio e per rendere consapevoli i nostri governanti dell'esigenza di dare attenzione e, soprattutto, aiuti a chi ne ha più bisogno" ha affermato il sindaco. 

Gli fa eco Oreste La Stella, presidente provinciale di Confcommercio: "Quella di venerdì sarà una marcia di tutti perchè il disagio parte dai commercianti, che sono i più colpiti dal rincaro delle bollette, ma riguarda anche le famiglie. Alle bollette aggiungiamoci l'inflazione a due cifre che diminuisce il potere di acquisto di tutti. Il corteo servirà a far arrivare a Roma la sofferenza di tutti".

L'assessore alle attività produttive Laura Nargi aggiunge: “Siamo sempre stati al fianco dei commercianti irpini e non ci tireremo indietro adesso che il momento è complicato. L’incontro di questa mattina è stato certamente proficuo perché ci ha visto condividere un ragionamento che mira esclusivamente alla risoluzione del problema. Nei prossimi giorni, dunque, avremo un ulteriore incontro con i rappresentanti della Confcommercio per approfondire la tematica”.

Risparmio energetico 

Non solo famiglie, imprese e negozianti. L'aumento dei costi di luce e gas grava anche sulle spalle delle amministrazioni comunali che, in tutta Italia, sono alle prese con la programmazione di piani per il risparmio energetico. Per quanto riguarda la città di Avellino, il sindaco assicura: "Non spegneremo mai la pubblica illuminazione e non priveremo gli studenti dei riscaldamenti. Certo è che il Comune dovrà prendere delle decisioni importanti e dolorose tenendo conto delle priorità. Tuttavia, da qualche parte i soldi vanno recuperati, quindi, qualche sacrificio sarà inevitabile".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette e tasse alle stelle, faccia a faccia tra il sindaco Festa e i commercianti

AvellinoToday è in caricamento