Mercoledì, 17 Luglio 2024
Attualità

Cantiere in viale Italia, i residenti protestano e danno vita al flash mob: "Porta una palla anche tu"

Nella giornata di oggi, il gruppo social “Indignati anche tu per Avellino”, nato su iniziativa dell’avvocato Rita Cesta, ha dato vita a un’iniziativa nei pressi di Villa Adriana, a Viale Italia, dove si trova l’abbandonato cantiere per la pista ciclabile

Nella giornata di oggi, il gruppo social “Indignati anche tu per Avellino”, nato su iniziativa dell’avvocato Rita Cesta, ha dato vita a un’iniziativa nei pressi di Villa Adriana, a Viale Italia, dove si trova l’abbandonato cantiere per la pista ciclabile.

Un flash mob dal titolo "Porta una palla anche tu". Gli avellinesi e soprattutto gli abitanti del condominio chiuso nel cantiere hanno deciso di donare una palla all'amministrazione in risposta delle tante ricevute sulla risoluzione al disastro creato.

Al flash mob era presente anche la consigliere comunale di opposizione Marietta Giordano, che ha dichiarato quanto segue:

“Spero che tutti i cittadini riescano a prendere coscienza della vera essenza di questa amministrazione: il nulla più assoluto. Siamo stanchi di tutte le promesse e gli annunci che il sindaco Festa continua a fare attraverso le sue dirette Facebook. Promesse che, immancabilmente, restano tali. La pista ciclabile è semplicemente il simbolo del fallimento”.

"Porta una palla anche tu"

"Abbiamo scelto oggi nonostante la pioggia per dimostrare che la città vuole risposte e scende in strada per dire ciò che pensa. Sarebbe certamente più facile fare dirette seduti a casa dietro la scrivania, ma noi la città la viviamo". Dichiara Rita Cesta, che aggiunge: "L'iniziativa nasce da un'idea degli abitanti di Villa Adriana stanchi d'inutili promesse e privati dal degrado che li circonda. Stamattina abbiamo lanciato  il continuum del flash mob: "Passa e lascia una palla anche tu". Lo abbiamo fatto perché molti sono passati in macchina e hanno chiesto se potevano contribuire. Io, personalmente, ho ricevuto messaggi in privato di persone che non riuscivano a essere presenti stamattina. Ponte Milvio ci insegna che possiamo sempre lasciare una testimonianza. Avremmo voluto che anche le altre associazioni presenti in città prendessero parte. È tempo di essere compatti e di dire insieme che così non possiamo più andare avanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantiere in viale Italia, i residenti protestano e danno vita al flash mob: "Porta una palla anche tu"
AvellinoToday è in caricamento