Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

Psr Campania, 7 milioni per il settore vino sulla misura 21

Previsto anche un bonus della Regione Campania per giacenze a causa della pandemia

Assicurare un sostegno finanziario alle Piccole medie imprese attive nella trasformazione dell'uva e nella commercializzazione del vino, comparto fortemente penalizzato in Campania dalle conseguenze derivanti dalla pandemia da Covid-19, per consentire di dare continuità alle attività aziendali e mitigare così gli effetti della crisi socio-economica generata dall'emergenza sanitaria. È questo l'obiettivo del bando di attuazione - approvato con decreto dirigenziale regionale n 37 del 15 febbraio 2021 - della nuova tipologia d'intervento 21.1.2 del Programma di sviluppo rurale Campania 2014-2021.Il bando ha una dotazione finanziaria di 7 milioni di euro e prevede l'erogazione di un bonus una tantum fino ad un massimo di 50mila euro per ciascuna Pmi in possesso dei requisiti indicati nell'avviso. L'importo del contributo erogabile dalla Regione Campania sarà determinato in funzione delle giacenze di vino di qualità (Docg, Doc, Igt) al 31 dicembre 2019 che risultano dal registro telematico del vino consultabile sul Sian.Ma la tipologia 21.1.1 non è stata ancora attivata in quanto la proposta di modifica del Psr Campania 2014-2020 (versione 9.0) che ne prevede l'introduzione - presentata nel corso del Comitato di sorveglianza del 18 dicembre 2020 - è tutt'ora in corso di istruttoria presso i servizi della Commissione europea.

Pertanto la Regione Campania ha emanato una misura di sostegno per aziende vitivinicole che hanno notevoli giacenze in cantina causate dalla crisi delle vendite inseguito alla pandemia.

La tipologia di intervento prevede l’erogazione di un bonus una tantum il cui importo è modulato sulla classe di giacenza dei vini di qualità al 31 dicembre 2019 indicata nel bando. da 50.00 ettolitri e con un contributo modulare da 1.500 a 50.000 €

Il Bando della Misura 21, Tipologia di Intervento 21.1.2, si intitola “Sostegno alle PMI attive nella trasformazione e commercializzazione nel comparto vinicolo” relativo al Programma di Sviluppo Rurale Campania 2014/2020

La tipologia di intervento intende dare una risposta alla situazione di crisi che, in conseguenza della chiusura dei canali HORECA, delle fiere, dei mercati internazionali e delle restrizioni alla circolazione delle persone, sta colpendo in modo particolare il settore vinicolo. Tutt’ora si registra una caduta sostanziale delle vendite all’estero e sui mercati nazionali per la chiusura della ristorazione, degli agriturismi e dei flussi turistici, sia interni sia internazionali. Al fine di preservare il tessuto economico e produttivo della PMI che trasformano e commercializzano vini di qualità, è previsto il pagamento una tantum di un contributo finanziario volto a sostenere la liquidità aziendale per mantenere la continuità delle attività. La tipologia di intervento prevede l’erogazione di un bonus una tantum il cui importo è modulato sulla classe di giacenza dei vini di qualità al 31 dicembre 2019 indicata nel bando. da 50.00 ettolitri e con un contributo modulare da 1.500 a 50.000 €

Le domande devono essere presentate informaticamente presso i CAA entro il termine del 17 marzo 2021, ore 16,00 complete di tutta la documentazione occorrente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Psr Campania, 7 milioni per il settore vino sulla misura 21

AvellinoToday è in caricamento