rotate-mobile
Attualità

Avellino ospita due famiglie afghane, Festa: "Da sempre vicini alle fasce più deboli"

Il Comune ha aderito al corridoio umanitario in sostegno dell’Afghanistan e al progetto "Circoli Rifugio" realizzato da Arci: i rifugiati riceveranno un alloggio, aiuti economici e sostegno psicologico finalizzati all'inclusione sociale

La città di Avellino è pronta ad ospitare e ad accogliere la famiglia Noori e la coppia formata da Sharif e Jawid, che raggiungeranno l'Italia attraverso un corridoio umanitario grazie all'associazionismo del nostro paese. "Questa amministrazione ha dato sempre dimostrazione di vicinanza alle fasce più deboli ed è sempre stata attenta alle varie iniziative di carattere sociale, anche quelle che andavano al di là dei confini territoriali" afferma il sindaco di Avellino Gianluca Festa che ha deciso di aderire all'iniziativa "Circoli Rifugio" realizzata da Arci e finanziata con i fondi 8X1000 dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkaie.

Sindaco Festa: "Sosteniamo l'iniziativa di Arci ed esortiamo tutti a dare un aiuto"

"Questo progetto ha bisogno anche di altri aiuti, non soltanto economici. In questo caso, abbiamo azioni di carattere sociale sostenuti dall'8x1000 e dalle comunità. Avellino è qui per supportare progetti di questo tipo e lo faremo con grande orgoglio" continua la fascia tricolore durante la conferenza stampa che si è tenuta questa mattina a Palazzo di Città.

Iannillo: "Avellino è una città accogliente. Queste due famiglie riusciranno a ricostruirsi una vita"

"Come Arci ci siamo messi a disposizione per aiutare due famiglie a raggiungere il nostro paese fuggendo da tutte quelle vessazioni a cui sono sottoposte nel loro paese. Ci siamo messi in gioco contattando le associazioni a noi vicine e interrogando la cittadinanza per chiedere una mano - dichiara Stefano Iannillo - questa accoglienza non rientra nei circuiti classici finanziati dai Ministeri ma è sostenuta dall'8X1000 dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai e dai fondi che cittadini e associazioni riusciranno a trovare. Noi siamo convinti che Avellino sia una città accogliente e quindi crediamo che queste famiglie non troveranno sollievo solo per un breve periodo ma riusciranno a ricostruire qui la loro vita".

I rifugiati alloggeranno in due appartamenti situati nel centro storico della città e riceveranno sia aiuti economici sia sostegno psicologico grazie all'intervento di esperti come mediatori, assistenti sociali e psicologi al fine di favorirne l'inclusione sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino ospita due famiglie afghane, Festa: "Da sempre vicini alle fasce più deboli"

AvellinoToday è in caricamento