rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Attualità Solofra

AS.BE.CU.SO, eletto nuovo direttivo: ecco i nomi

Oltre a continuare le attività dello Staff della Collegiata San Michele per il 500° anno dalla fondazione, si ridisegneranno le attività del progetto "Sui Sentieri di Solofra"

Eletti i nuovi organi sociali dell’Associazione Salvaguardia Beni Culturali Solofra. I nuovi vertici sono stati nominati lo scorso 23 settembre 2022.

I lavori assembleari hanno visto gli iscritti chiamati a eleggere il nuovo direttivo in carica per i prossimi 3 anni. Eletti all’unanimità: Alessandro De Stefano presidente, Aniello Pisano vicepresidente, Paolo De Stefano tesoriere, Avv. Alfredo Clemente segretario, Nicolò De Angelis Consigliere. Alfonso Sammarco delegato ai rapporti con la Soprintendenza di Avellino e Salerno, mentre ai rapporti con i media Maria Siano.

Il nuovo direttivo ha subito delineato i nuovi impegni per questo anno associativo: oltre a continuare le attività dello Staff della Collegiata San Michele, per il 500° anno dalla fondazione, i volontari ridisegneranno le attività del progetto “Sui Sentieri di Solofra”, che con la Squadra Sentieri ha raggiunto diversi risultati per la valorizzazione dei tratti storici e di pregio naturalistico delle zone montane.

Obiettivo sin dalla fondazione dell’Associazione, che dovrà essere discusso alla luce del nuovo Piano Urbanistico Comunale, quello della creazione di un Parco storico/naturalistico a tutela, promozione e fruizione dei resti del Castello Orsini e della collina ove insiste.

In ambito Squadra Sentieri, in collaborazione con i partner del territorio, i volontari sono stati impegnati per oltre un anno nella pulizia e segnaletica del tratto che da località Scorza conduce all’imponente Arco delle Neviere. Oltre al taglio degli infestanti, il sentiero è stato totalmente ripristinato, permettendo agli escursionisti di usufruire di un percorso sicuro. Inoltre, presso le Sorgenti delle Bocche, è stato riportato alla luce l’antico sistema di canalizzazione delle acque di Solofra, databile intorno al XVII secolo, oltre al ripristino di cortine murarie e portelle della sorgente storica di Bocca Fresca. Diversi i manufatti in terracotta utilizzati per portare l’acqua a valle, ripuliti e recuperati. In primavera sono stati oltre 200 i visitatori, tra adulti e scolaresche, che hanno potuto ammirare la bellezza del posto, accompagnati dai diversi volontari.

Nuove scoperte storiche, invece, si profilano all’orizzonte, con le ricerche condotte presso i pubblici archivi, dove grazie al ritrovamento di antiche mappe catastali e di censimento dei boschi, è stato possibile incrociare le informazioni con libri notarili del '700, al fine di rintracciare siti storici montani scomparsi tra le pieghe dei secoli.

“Sono onorato di poter ricoprire ancora il ruolo di presidente per questa resiliente realtà sociale, attiva e presente nel tessuto locale solofrano da oltre 13 anni – commenta Alessandro De Stefanoringrazio di cuore i nostri cinquanta soci per aver riposto la loro fiducia in me e in questi preziosi collaboratori. Impegnarsi nel no-profit richiede fermezza, tempo e tanta passione, che poco alla volta deve necessariamente evolversi in competenza, consapevoli che ad ogni meta raggiunta nessuno verrà a dirti “bravo”. Ai giovani solofrani voglio rivolgere un invito accorato a farsi le ossa nel sociale, così come ho avuto la fortuna di fare io stesso fondando questa realtà, militando nelle associazioni attive che da anni testimoniano impegno fattivo. Speriamo, ancora una volta, di essere sempre all'altezza delle nuove sfide che si presenteranno, ma soprattutto della fiducia e delle aspettative dei nostri soci e concittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AS.BE.CU.SO, eletto nuovo direttivo: ecco i nomi

AvellinoToday è in caricamento