menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asl, stabilizzazione precari: "Un passo in avanti, ma servono altre azioni incisive"

La nota della Cisl FP

«Salutiamo sicuramente come un fatto positivo la stabilizzazione effettuata dall’Asl di Avellino di 11 precari di lungo corso, 1 fisioterapista e 11 infermieri», afferma il segretario generale Cisl Fp IrpiniaSannio Antonio Santacroce. «Ma sul versante del personale sono necessarie azioni molto più incisive, intervenendo sull’attuale dotazione organica insufficiente, procedendo alla ricognizione di tutto il personale a tempo determinato e di tutti i contratti che non avendo partecipato alle procedure suddette, continuano da anni a vario titolo a prestare attività lavorative presso le strutture aziendali, al fine di pervenire al definitivo superamento del fenomeno del precariato in Irpinia». «Occorre, dunque, prevedere l’indizione di procedure che possono consentire l’assunzione a tempo indeterminato di tutti i profili attualmente ricoperti da figure “precarie”. Tale obiettivo, tra l’altro, assume ulteriore importanza se riferito a un territorio come quello della Asl della provincia di Avellino, caratterizzato da aree molto periferiche e spesso difficili da raggiungere dove non è sempre agevole assicurare uniformi standard di assistenza alle comunità delle aree interne».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento