menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da arancione a gialla, la promozione della Campania entro una settimana

Da oggi nella regione di De Luca riaprono tutti i negozi. E c'è chi pronostica una nuova "promozione" tra una settimana visto che l'epidemia sembra in regresso

Arancioni per ordinanza, gialli per numeri. È questo il dato che fa arrabbiare i ristoratori campani.  Da oggi la Campania è zona arancione, ma i dati lasciano sperare in una promozione già dal 13 dicembre. 

I dati

Negli ospedali cala la percentuale di posti letto in terapia intensiva ora al 29 per cento (ieri neanche un ricoverato) e la discesa dell’indice di infettività da 1 a 0,74. Inoltre i numeri di ieri provenienti dall’Unità di crisi regionale hanno confermato il miglioramento dell'indice Rt: 55 i deceduti (di cui 15 nelle ultime 48 ore e 40 morti registrati ieri) e 1.521 positivi (di cui 1.383 asintomatici) a fronte di 18.636 tamponi con un tasso di positività quindi dell’8,16 per cento mentre venerdì era di 8,8. Numerosi anche i guariti, 1.961 per un totale di oltre 60mila da inizio pandemia.

 La Campania è da un lato la seconda regione d’Italia per pazienti attualmente affetti da Covid (oltre 101mila, secondi alla Lombardia), ma in pochi necessitano di essere curati in ospedale.

Riaprono i negozi, ma non i ristoranti 

Tuttavia prima di cambiare colore e passare al giallo, per precauzione la nostra regione dovrà attendere un'altra settimana. Intanto da stamattina riaprono i negozi e le estetiste, ma restano chiusi bar e ristoranti che possono solo fare l’asporto fino alle ore 22.

«Sarebbe stato molto importante passare in zona gialla perché avrebbe dato respiro in particolar modo al settore della ristorazione che sta particolarmente soffrendo in questa fase»rileva la speranza del direttore generale di Confcommercio Campania Pasquale Russo.

Turismo al collasso 

Sconfortato Costanzo Iaccarino, presidente di Federalberghi Campania, che chiede alla Regione una campagna promozionale per il rilancio considerando che«ormai non è possibile salvare la stagione turistica invernale: il 2020 è archiviato, pensiamo al 2021».

Allo stesso tempo anche i ristoratori a causa del blocco tra i comuni nei giorni di festa non possono sperare in grandi incassi nonostante la possibilità di entrare in zona gialla entro una settimana. 

La Campania zona gialla dal 13 dicembre? 

Oggi nella regione, così come nelle altre passate all'arancione, riaprono tutti i negozi dopo la chiusura disposta per quelli di abbigliamento, calzature e le gioiellerie in seguito all'ingresso nella zona rossa. Non cambia nulla per i bar e ristoranti. L'asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. La circolazione all'interno di un Comune è permessa ma non lo è abbandonare il proprio Comune di residenza, domicilio o abitazione. E' vietato entrare o uscire dalla regione. Che potrebbe essere liberata a breve. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento